Cronaca
Assurdo

La festa dei tifosi del Marocco finisce nel sangue: il video del raid dei militanti di estrema destra

Se la sono presa con tutti, colpendo a destra e a sinistra, devastando anche le auto in sosta. Una donna ha riportato ferite...

Cronaca Verona Città, 07 Dicembre 2022 ore 17:15

Il teatro dell'assurdo in scena a Verona, dopo la vittoria della nazionale del Marocco sulla Spagna ai Mondiali. Immagini incredibili...

Festeggiano la vittoria ai Mondiali sulla Spagna

Calci di rigore in campo, botte da orbi e sprangate in strada. A Verona è andato in scena il vergognoso spettacolo della violenza. Violenza, come sempre, insensata, assurda, che ha visto da un lato i responsabili del vile agguato, un gruppo di soggetti ritenuti estremisti e già fermati. Dall'altro lato alcuni tifosi che sono finiti in un vero e proprio raid che ha tutto l'aspetto di esser stato premeditato.

E il video che mostra alcune fasi di questo scontro è assurdo, inquietante. Ci si dovrà spiegare, prima o poi, cosa c'entri il gioco del calcio con questi atti. Perché a noi (ma forse siamo solo degli ingeuini) pare che non ci sia davvero alcun legame. Forse le ragioni di tale rabbia vanno ricercate altrove.

E saranno evidentemente le Forze dell'ordine, che sono state bravissime, lo ammettiamo, a individuare i responsabili, a chiarire eventualmente quali siano state le molle di una tale aggressione. Ma riavvolgiamo il nastro e cerchiamo di ricostruire l'accaduto.

Il video tifosi del Marocco aggrediti a Verona

Ieri sera, a fronte della segnalazione di un cospicuo numero di tifosi scesi in piazza per festeggiare la vittoria agli ottavi di finale del campionato mondiale di calcio della nazionale del Marocco contro la Spagna, è stato predisposto un servizio interforze di ordine pubblico al fine di assicurare che i festeggiamenti si svolgessero senza turbative per l’ordine e la sicurezza pubblica.

A partire dalle 20 sono giunte diverse chiamate alla centrale operativa della Questura di Verona che indicavano la presenza di circa quindici giovani vestiti di nero e col volto travisato che tentavano di avvicinarsi alla zona in cui i tifosi marocchini stavano festeggiando.

Alle successive 20.30 venivano segnalate delle aggressioni con danneggiamenti alle autovetture in transito ad opera del medesimo gruppo.

Prontamente, grazie al costante monitoraggio attuato mediante accurati servizi di controllo del territorio, è stato possibile intercettarli e procedere alla loro identificazione: trattasi di 13 giovani, tutti riconosciuti da personale della D.i.g.o.s. scaligera come militanti in gruppi di estrema destra della città. Il tempestivo intervento degli operatori ha consentito altresì nell’immediatezza di accertare l’effettivo danneggiamento di 4 autovetture.

Attualmente i filmati per ricostruire l’esatta dinamica della vicenda sono al vaglio degli investigatori per attribuire le specifiche responsabilità e gli esiti verranno poi trasmessi alla competente autorità giudiziaria.

Seguici sui nostri canali