La NATO a Villafranca per l’esercitazione Toxic Trip

Toxic Trip 2019 a tutela dell'ambiente, durante l'esercitazione utilizzate solo sostanze non nocive

La NATO a Villafranca per l’esercitazione Toxic Trip
Villafranca, 29 Settembre 2019 ore 13:00

Toxic Trip 2019, pronti ad intervenire a favore della popolazione civile, con uno sguardo all’ambiente.

La Toxic Trip 2019

Denominata Toxic Trip 2019 (TT19), la 26esima esercitazione NATO si svolgerà all’interno della base aerea di Villafranca, sede del 3° Stormo dell’Aeronautica Militare (AM), riunendo gli esperti internazionali del settore Chimico, Biologico, Radiologico, Nucleare (CBRN). All’evento hanno preso parte circa 800 partecipanti – di cui una metà provenienti da 12 paesi NATO e 3 paesi partner, anche l’Italia presente con specialisti dell’AM e dell’Esercito Italiano. Tutti insieme potranno confrontarsi e migliorarsi nella gestione di mezzi, materiali e procedure nel campo della Difesa CBRN di un’installazione aeronautica che, in caso di emergenza, possa essere impiegata anche a favore della comunità.

La cerimonia d’apertura

Sulle note dell’inno ufficiale dell’Alleanza Atlantica e del “Canto degli Italiani” si è svolta ieri mattina la cerimonia di apertura dell’esercitazione. A dare ufficialmente il via è stato il Colonnello Francesco De Simone, Comandante del 3° Stormo, al quale la consuetudine ha affidato tale compito in qualità di Host Base Commander. Accanto a lui, nella cerimonia organizzata presso la zona operativa della base di Caluri, anche il Tenente Colonnello Luigi Mancino, Chairman del Working Team responsabile della TT19 nell’ambito del NATO Joint CBRN Capability Defence Group, ed il 1° Luogotenente Antonio Meola, Presidente dei Sottufficiali, Graduati e Truppa del 3° Stormo.

Le parole del Colonnello

“Con la conclusione delle fasi di allestimento e di amalgama tra i vari contingenti, l’esercitazione entra nella fase cosiddetta live, questa esercitazione dimostrerà ancora una volta che la NATO è sempre pronta e in grado di difendere alleati e partner dalle minacce CBRN” ha detto il Colonnello De Simone, rivolgendosi al personale schierato con i capi delegazione e le rispettive bandiere nazionali. Il Colonnello ha inoltre espresso la soddisfazione nell’ospitare al 3° Stormo, per la terza volta in meno di dieci anni, la più importante esercitazione di sempre nel settore CBRN per numero di partecipanti, assetti e tecnologia impiegati. Il tutto nell’anno in cui ricorre il 70° anniversario del Patto Atlantico

L’esercitazione di quest’anno

Uno dei tratti caratterizzanti di questa edizione della TT19 sarà il rispetto per l’Ambiente. Infatti, durante l’esercitazione, contrariamente a quanto potrebbe far pensare il termine “Toxic”, saranno utilizzate esclusivamente sostanze igienizzanti non nocive, normalmente reperibili in commercio, quale testimonianza concreta dell’importanza e dell’impegno che l’AM riserva al tema della Tutela Ambientale. E’ stato, inoltre, implementato uno speciale piano di gestione dello smaltimento rifiuti urbani che prevede, peraltro, l’utilizzo di materiale compostabile e compattatori per plastica e carta. Ma la TT19 rappresenta anche un’opportunità per promuovere il “Made in Italy” attraverso l’organizzazione di visite culturali che consentiranno al personale straniero di conoscere la bellezza artistica e paesaggistica del territorio ed apprezzare l’accoglienza offerta dalla provincia scaligera

TORNA ALLA HOMEPAGE

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità