Cronaca

Ladri e sicurezza, Verona si organizza. E noi?

Nato un progetto per rafforzare la collaborazione tra le istituzioni, i cittadini e le forze dell’ordine e migliorare la sicurezza urbana

Ladri e sicurezza, Verona si organizza. E noi?
Cronaca Villafranca, 23 Febbraio 2017 ore 16:45

Nato un progetto per rafforzare la collaborazione tra le istituzioni, i cittadini e le forze dell’ordine e migliorare la sicurezza urbana

E’ stato presentato il progetto Controllo del Vicinato, promosso dal Comune in collaborazione con l’Associazione Controllo del Vicinato, per rafforzare la collaborazione tra le istituzioni, i cittadini e le forze dell’ordine e migliorare la sicurezza urbana. 

L’iniziativa prenderà avvio, in via sperimentale, con incontri informativi nelle Circoscrizioni 4ª, 5ª e 6ª, per poi raggiungere tutte le Circoscrizioni cittadine.

Il primo appuntamento è per martedì 28 febbraio, alle ore 21 al Centro Tommasoli in via Perini in Borgo Santa Croce.

Ad illustrare il progetto è il Sindaco Flavio Tosi; presenti i consiglieri comunali Maria Katia Forte e Ansel Davoli, i presidenti della 4ª Circoscrizione Paolo Rossi, della 5ª Alberto Caliari e della 6ª Mauro Spada, il commissario della Polizia municipale Davide Zeli, il vice presidente dell’Associazione Controllo del Vicinato Leonardo Campanale insieme alla coordinatrice Paola Dell’Asta. 

“Il tema della sicurezza è molto sentito dai cittadini – ha detto il Sindaco – che spesso si organizzano in gruppi autonomi per cercare di contrastare ladri e malviventi che si aggirano nei loro quartieri. Il controllo del vicinato è uno strumento pragmatico, serio e gratuito – ha aggiunto Tosi – che va a rafforzare l’attività delle forze dell’ordine attraverso la formazione di gruppi di cittadini che collaborano per fare del quartiere un luogo sicuro”. 

L’obiettivo del progetto, è quello di accrescere il comune senso civico, coinvolgendo attivamente i cittadini e rafforzare la fiducia nelle persone residenti nello stesso quartiere e nelle istituzioni. Dopo un’adeguata formazione, i cittadini dovranno osservare e segnalare alle forze dell’ordine anomalie significative, senza agire direttamente ed evitando situazioni di pericolo. 

Durante la fase di formazione, a cura dell’Associazione Controllo del Vicinato, sarà consegnato a tutti i cittadini un manuale con le regole e le indicazioni per la corretta partecipazione al progetto. Sarà fornita anche una specifica cartellonistica da posizionare nei quartieri, quale ulteriore deterrente per i malintenzionati.

Seguici sui nostri canali