Cronaca

L'assurda morte di Denis, ucciso dai suoi soccorritori

Travolto da un mezzo per la raccolta dei rifiuti che si era fermato per prestargli soccorso.

L'assurda morte di Denis, ucciso dai suoi soccorritori
Cronaca Verona Città, 20 Dicembre 2019 ore 12:17

L'assurda morte di Denis, ucciso dai suoi soccorritori

Ennesimo incidente mortale in provincia di Venezia in questo tragico dicembre sulla strada provinciale a Eraclea, all'altezza di Ponte Crepaldo. Erano quasi le 5 quando un automobilista di 35 anni, Denis Dorigo, è uscito di strada sulla sua Fiat Punto schiantandosi contro un platano. Si è salvato miracolosamente ed è rimasto sulla strada confuso. In quel frangente è giunto un camion con l'autista che si è fermato per soccorrerlo. Sulle prime Denis avrebbe rifiutato i soccorsi, ma poi ha cercato di salire quando il mezzo pesante è ripartito ed è rimasto travolto sotto le ruote.

Nonostante i soccorsi dei vigili del fuoco e dei sanitari il personale medico del Suem 118 ha dovuto dichiarare la morte dell'uomo. I carabinieri hanno deviato il traffico e ricostruito la dinamica dell'incidente. Le operazioni di soccorso sono terminate dopo circa due ore.

La vittima lavorava come perito elettrotecnico. Stava rientrando a casa, viveva a Caorle con la fidanzata Angela, in località San Giorgio di Livenza. I genitori abitano a Ponte Crepaldo in via Triestina Bassa (Eraclea), a pochi metri dal luogo dell’incidente.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter