Legnago, fatte brillare le bombe americane

L'operazione che ha portato al bomba-day aveva preso il via il 21 aprile dalla segnalazione di un cittadino ai carabinieri

Legnago, fatte brillare le bombe americane
Cronaca 17 Settembre 2017 ore 20:23

L’operazione che ha portato al bomba-day aveva preso il via il 21 aprile dalla segnalazione di un cittadino ai carabinieri

I palombari del Gruppo Operativo Subacquei del Comando Subacquei ed Incursori della Marina Militare del Nucleo Sdai di Ancona hanno rimosso dal fiume Adige a Porto di Legnago due bombe di aereo americane da 1000 libbre, 454 kg ciascuna. Gli ordigni, risalenti alla seconda guerra mondiale, sono stati quindi affidati agli artificieri dell’8° Reggimento Genio Guastatori ‘Folgore’ di Legnago per il brillamento. L’operazione che ha portato al bomba-day aveva preso il via il 21 aprile dalla segnalazione di un cittadino ai carabinieri.

Il 29 aprile i palombari della Marina, accompagnati sul sito dagli artificieri dell’Esercito, si erano immersi nelle acque dell’Adige confermando la presenza dei due ordigni esplosivi. L’area era stata evacuata in un raggio di 800 metri e i circa diecimila residenti interessati nel tardo pomeriggio hanno potuto tornare alle loro case nei Comuni di Legnago, Villabartolomea e di Terrazzo.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità