Cronaca

Litigi fra connazionali, un arresto

Il più giovane, prima gli ha rotto in testa al connazionale una bottiglia di vetro poi ha tentato la fuga.

Litigi fra connazionali, un arresto
Cronaca Verona Città, 24 Agosto 2018 ore 13:32

Litigi fra connazionali, un arresto.Il più giovane, prima gli ha rotto in testa al connazionale una bottiglia di vetro poi ha tentato la fuga.

Lesioni aggravate

I carabinieri della Compagnia di Verona, nella notte tra giovedì 23 e venerdì 24 agosto, hanno arrestato uno srilankese venticinquenne, responsabile di lesioni aggravate ai danni di un suo connazionale.

Alle Regaste

L'intervento, coordinato dalla Centrale Operativa a seguito di segnalazione fatta da un privato cittadino, è stato effettuato da un equipaggio del Nucleo Radiomobile che, seguendo le preziose indicazioni dell'operatore  costantemente in comunicazione con l'interlocutore, in pochi secondi ha raggiunto Piazzetta Portichetti, prospiciente le vicine "Regaste" di San Zeno, luogo in cui era in atto la violenta lite.

Aggredisce e scappa

In particolare il 25enne, cameriere, è stato bloccato mentre stava tentando di dileguarsi dopo avere colpito violentemente un connazionale cinquantaduenne, rompendogli una bottiglia di vetro sul volto cagionandogli lesioni giudicate guaribili in 30 giorni.

Patteggiamento

La tempestiva segnalazione del cittadino e l'immediato intervento del Radiomobile, hanno quindi permesso di arrestarlo per il reato di lesioni aggravate. Quest'ultimo, trattenuto in cella e giudicato con rito direttissimo, ha patteggiato 6 mesi di reclusione ottenendo il beneficio della sospensione della pena.