Malore alla guida, schianto in via Custoza

A.A., infermiere 37enne di Valeggio, era reduce dal turno di notte a Verona

Malore alla guida, schianto in via Custoza
Cronaca 28 Marzo 2017 ore 11:12

A.A., infermiere 37enne di Valeggio, era reduce dal turno di notte a Verona

Brutto incidente questa mattina attorno alle 8 su via Custoza a Villafranca. A causa di un probabile colpo di sonno, un 37enne infermiere di Valeggio, A. A., reduce dal turno di notte in ospedale a Verona, con la sua Volkswagen Passat grigia ha improvvisamente invaso la corsia opposta, colpendo di striscio una Mercedes Classe A nera che procedeva in direzione Villafranca. Una terza auto, una Polo grigia, non riuscendo a frenare, è finita fuoristrada senza grosse conseguenze.

Sul posto i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Villafranca, due ambulanze del Suem 118 con il supporto dell'elisoccorso. Richiesto anche l'intervento dei Vigili del fuoco che però non si è reso necessario.

L'uomo è stato trasportato in elisoccorso all'ospedale di Bussolengo per approfondimenti ma era cosciente: le sue condizioni non desterebbero preoccupazioni; l'infermiere elicotterista, parlando con il padre del ferito che conosceva bene, lo ha rassicurato dicendo che si tratta di un trasporto precauzionale.

La donna alla guida della Mercedes presentava un trauma toracico lieve e la respirazione era normale, mentre l'altra ragazza alla guida della Polo uscita di strada aveva solo un dolore cervicale e le è stato applicato il collarino: per precauzione anche lei, insieme all'altra donna, è stata trasportata all'ospedale di Peschiera.

"Ero dietro la Mercecedes, ad un certo punto ho visto la Passat invadere la corsia e colpire la Mercedes. Ho provato a frenare ma non sono riuscita così per evitarla sono finita fuoristrada" ha raccontato la giovane donna ai Carabinieri che hanno eseguito i rilievi e stanno definendo la dinamica.

La strada è rimasta interrotta fino alle 9.30 per consentire i soccorsi e pulire la carreggiata dai detriti delle auto.

Guarda le immagini, clicca QUI

Guarda il video, clicca QUI