Cronaca

Mamma e papà compiono furti con la bambina in auto

Avevano effettuato un doppio colpo al ristorante Piccolo Doge.

Mamma e papà compiono furti con la bambina in auto
Cronaca Garda, 15 Febbraio 2019 ore 15:21

Mamma e papà compiono furti con la bambina in auto. Avevano effettuato un doppio colpo al ristorante Piccolo Doge di Bardolino.

Mamma e papà compiono furti con la bambina in auto

I Carabinieri di Bardolino hanno tratto in arresto una coppia veronese: R. A., classe '90, avvisato orale, e B.S., classe '86, nella flagranza del reato di tentato furto aggravato in concorso. I militari dell’Arma stavano effettuando da alcuni giorni accurate indagini in ordine a furti commessi all’interno di un esercizio commerciale della zona e sono riusciti a raccogliere una serie di elementi utili ad identificarne gli autori.

I furti al Piccolo Doge

Le indagini dei Carabinieri, in particolare, sono partite da due furti avvenuti l’8 e il 14 febbraio ai danni del ristorante “Piccolo Doge” di Bardolino; nello specifico, i militari, dopo aver visionato ore di registrazione del sistema di videosorveglianza privato del locale ed esaminato accuratamente i rilevamenti del lettore targhe comunale, hanno ricostruito la dinamica di entrambi i delitti che erano stati commessi dai medesimi due soggetti (successivamente identificati negli odierni arrestati) i quali, utilizzando sempre lo stesso modus operandi, avevano atteso la chiusura del ristorante e si erano introdotti all’interno forzando la porta d’ingresso per poi asportare il registratore di cassa.

Il secondo tentativo di furto

Stanti queste risultanze e ipotizzando che potessero persistere nel loro comportamento antigiuridico perpetrando un nuovo furto all’interno del medesimo ristorante, i Carabinieri hanno deciso di organizzare mirati servizi di osservazione e in abiti civili nei pressi della struttura a partire già dalla nottata odierna. L’intuizione degli operanti si è rivelata azzeccata in quanto stanotte, dopo alcune ore di osservazione, i Carabinieri hanno notato i due malviventi che, utilizzando il medesimo modus operandi e la stessa autovettura dei due furti precedenti, hanno parcheggiato nei pressi del ristorante, si sono guardati intorno e, non scorgendo i militari appostati in luogo appartato, hanno forzato repentinamente la porta d’accesso al locale e si sono diretti nei pressi del registratore di cassa ma, proprio mentre stavano per asportarlo, sono stati bloccati dai Carabinieri prontamente intervenuti che sono riusciti ad anticipare le loro mosse.

La bambina in auto ad aspettarli

A quel punto, i militari hanno proceduto a effettuare anche una perquisizione del veicolo e, con notevole sorpresa, hanno trovato una bambina classe 2013, seduta in macchina che è risultata essere la figlia minore dei due, la quale stava attendendo inconsapevolmente che i genitori portassero a termine il delitto per poi tornare insieme con lei a casa con il bottino asportato. Il Comando Stazione di Bardolino, quindi, stante la flagranza del reato di tentato furto aggravato in concorso, ha dichiarato in arresto i due e, grazie agli elementi indiziari raccolti in ordine ai furti commessi l’8 e il 14 febbraio, li ha deferiti in stato di libertà anche per tali delitti. Questa mattina, all’esito di giudizio direttissimo presso il Tribunale di Verona, entrambi gli arresti sono stati convalidati; per R.A. è stata disposta la sottoposizione agli arresti domiciliari presso la propria abitazione mentre per C.A. la misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.