Cronaca
Castagnaro

Marco muore a 51 anni ma non può essere cremato perché obeso, discriminato anche dopo la vita

La volontà di Marco era quella di esser cremato e di esser inserito in un loculo accanto ai genitori.

Marco muore a 51 anni ma non può essere cremato perché obeso, discriminato anche dopo la vita
Cronaca Legnago e bassa, 09 Agosto 2022 ore 18:34

Marco Manganotti, cuoco di Castagnaro è morto a 51 anni e ha dovuto affrontare delle difficoltà anche dopo la morte. Pesava 180 chili e non è stato possibile esaudire la sua volontà di essere cremato.

Non può essere cremato perché obeso

Quando la persona amata muore è un lutto indescrivibile e per Nadia Gasparini il dramma si è ulteriormente aggravato perché oltre al dolore per la perdita del compagno ha dovuto fare i conti anche con dei retroscena che in pochi immaginano.

Marco Manganotti, 51enne cuoco di Castagnaro è morto il 25 giugno 2022 per un cancro al colon. Maganotti pesava 180 chili e soffriva di diverse patologie tra ipertensione, diabete e insufficienza renale.

Stava pianificando il suo futuro assieme alla compagna Nadia, che lavora a Castagnaro come assistente scolastica, con cui aveva una relazione da 8 anni.

Oltre al dolore per la sua perdita, i familiari si sono ritrovati di fronte a degli ostacoli. La volontà di Marco era quella di esser cremato e di esser inserito in un loculo accanto ai genitori.
Ma non è stato possibile assecondare la sua volontà per una questione di misure.

La compagna ha spiegato che per via delle misure standard dei loculi non si poteva venire incontro alla loro richiesta, oltre al fatto che si sono sentiti dire che la bocca del forno crematorio era troppo piccola per lui e che non ci sarebbe entrato.

I famigliari si sono dovuti arrendere nella scelta dell’unico tipo di bara disponibile, niente loculi e niente cremazione. Per lui purtroppo l’unica possibilità è stata quella della sepoltura a terra.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter