Cronaca

Marocchino ruba nei negozi del centro: incastrato dalle telecamere e arrestato

Arrestato per ricettazione e resistenza a Pubblico Ufficiale 

Marocchino ruba nei negozi del centro: incastrato dalle telecamere e arrestato
Cronaca Verona Città, 31 Maggio 2019 ore 15:14

Il 32enne ha fatto razzia nei negozi del centro. Arrestato per ricettazione e resistenza a Pubblico Ufficiale

Marocchino ruba nei negozi del centro: incastrato dalle telecamere e arrestato

Nella giornata di ieri, intorno alle 18.40, all’interno di una pizzeria in via Leoncino. L’uomo, un cittadino marocchino di 32 anni, è stato, quindi, preso in consegna dagli agenti delle Volanti della Questura di Verona, chiamati ad intervenire dal responsabile dell’esercizio.

La merce rubata all'interno dello zaino

Accompagnato presso gli Uffici di Lungadige Galtarossa per l’identificazione e l’espletamento degli accertamenti di rito, lo straniero è stato trovato in possesso di numerosi capi di vestiario, contenuti all’interno dello zaino che portava al seguito, acquistati, secondo le dichiarazioni dello stesso, quel pomeriggio. Le indagini effettuate hanno consentito di accertare che la merce rinvenuta era stata indebitamente sottratta da due negozi di via Roma, motivo per il quale l’uomo è stato denunciato per ricettazione.

Il furto nei negozi

Si è introdotto all’interno di un esercizio commerciale del centro e, approfittando della distrazione dei dipendenti, è riuscito ad intrufolarsi negli spogliatoi del personale alla ricerca di merce interessante da rubare. Riuscendo a passare inosservato, N.M., nello stesso pomeriggio, ha deciso, poi, di fare ritorno nel medesimo negozio senza sapere, però, che il personale, accortosi dell’ammanco, aveva nel frattempo visionato i filmati delle telecamere e che sarebbe, pertanto, stato in grado di riconoscerlo.

Arrestato per furto e violenza a Pubblico Ufficiale: aveva precedenti

N.M., in considerazione del comportamento tenuto all’interno degli Uffici di Polizia durante gli accertamenti, è stato altresì arrestato per violenza, resistenza e minaccia a Pubblico Ufficiale. Trattenuto, su disposizione del Pubblico Ministero nelle camere di sicurezza della Questura, lo straniero, con a carico diversi precedenti penali per reati contro il patrimonio e per resistenza a Pubblico Ufficiale, è comparso questa mattina davanti al giudice che, in sede di rito direttissimo, previa convalida dell’arresto, ha applicato nei suoi confronti la misura della custodia cautelare in carcere.