Meeting internazionale al 3° Stormo

Riuniti gli esperti delegati dei Direttori Nazionali degli Armamenti. 

Meeting internazionale al 3° Stormo
Villafranca, 04 Ottobre 2019 ore 14:16

Presso il 3° Stormo, si è svolto il 15° Meeting del Conference of National Armaments Directors. Riuniti gli esperti delegati dei Direttori Nazionali degli Armamenti.

Meeting internazionale al 3° Stormo

Dal 30 settembre al 4 ottobre 2019, presso il 3° Stormo, si è svolto il 15° Meeting del Conference of National Armaments Directors (CNAD) Ammunition Safety Group AC/326 Sub del comitato NATO responsabile della fornitura di capacità militari. Organizzata dalla Direzione Nazionale degli Armamenti Terrestri, la riunione, svoltasi presso le strutture del Gruppo Addestramento Operativo (GAO) dell’Aeroporto di Villafranca di Verona, ha visto, nell’edizione di quest’anno, la partecipazione dei rappresentanti di 20 Nazioni che, oltre all’Italia, si sono confrontate sulle possibili soluzioni da adottare per una maggiore divulgazione delle conoscenze, per migliorare l’efficacia delle forze NATO su tutto lo spettro delle operazioni attuali e future, oltre ad individuare e pianificare eventuali collaborazioni nel campo della ricerca, dello sviluppo e della produzione di equipaggiamenti militari e sistemi d’arma. In particolare, nella mattinata del 2 ottobre, il Comandante del 3° Stormo, Colonnello Francesco De Simone, ha illustrato agli ospiti le finalità dell’esercitazione internazionale in corso presso la base di Caluri per la verifica degli assetti CBRN (Chimico Batteriologico Radiologico e Nucleare) in ambiente aeronautico, denominata Toxic Trip 2019 (TT19). Successivamente sono stati mostrati gli assetti in dotazione al 3° Stormo e i progressi nella ricerca per il contrasto di agenti contaminanti, presso gli stand allestiti da alcune aziende di settore nell’area dedicata all’Industry Corner.

Il CNAD rappresenta il principale organo decisionale politico della NATO e riferisce direttamente al Consiglio del Nord Atlantico; oltre ad essere responsabile di numerosi progetti di armamenti cooperativi che mirano a dotare le forze NATO di capacità all’avanguardia, svolge un ruolo chiave nella promozione dell’interoperabilità, requisito essenziale nell’ambito del processo di armonizzazione dei requisiti militari tra i Paesi dell’Alleanza. Posto alle dipendenze del Servizio dei Supporti del Comando Logistico AM, il 3° Stormo è uno dei tre “hub” della Forza Armata dislocati su territorio nazionale per la gestione di “Air Terminal Operations”. Sul suo sedime è ubicato un Combat Service Support Training Center dedicato ai settori della Logistica Operativa e alla formazione del personale aeronautico da impiegare in Teatro Operativo. Numerose, in tal senso, sono le attività finalizzate al conseguimento e mantenimento di qualifiche e specializzazioni dello Stormo. Per quanto concerne il settore Movement & Trasportation, le attività formative e addestrative inerenti il trasporto aereo merci pericolose ed il rilascio delle relative abilitazioni assumono una rilevante valenza in ambito aeronautico, interforze, interagenzia e multinazionale.