«Non siamo sergenti, ma diamo gli ordini»

Tanti i villafranchesi che martedì si sono dati appuntamento alla palestra del Carlo Anti per il corso di Ginnastica dinamica militare

«Non siamo sergenti, ma diamo gli ordini»
01 Ottobre 2017 ore 16:47

Tanti i villafranchesi che martedì si sono dati appuntamento alla palestra del Carlo Anti per il corso di Ginnastica dinamica militare

Nasce alla fine del 2013 da un’idea firmata da Matteo Sainaghi e Mara Uggeri, la Ginnastica dinamica militare, più conosciuta come Gdm, ha sempre più preso il sopravvento in tutta la nazione. Un ’attività che ha preso piede in poco tempo, tanto da arrivare anche a Villafranca. In tanti infatti martedì sera si sono dati appuntamento alla palestra dell’istituto Anti, chi per avvicinarsi a questa «nuova» disciplina, chi, invece, per portare avanti un lavoro intrapreso già da alcuni mesi.

«La Ginnastica dinamica militare è una ginnastica a corpo libero - spiegano gli istruttori Mattia Vaccariello e Stefania Brugnoli - e tutto dipende dalla persona e dal suo corpo. Militare invece perchè? Non ha nulla a che vedere con l’Esercito: si basa sulla determinazione, rispetto nei confronti dell’istruttore e per il gruppo. C’è poi un altro aspetto fondamentale che è la motivazione: questo perchè le persone che svolgono gli esercizi devono essere motivate, quasi “obbligati” a svolgere gli ordini dell’istruttore. Tutto dipende dall’atteggiamento che una persona mette quando fa un esercizio, sia per l’istruttore che per i corsisti.

L’istruttore infatti deve dare ordini prestabiliti, il corsista invece deve svolgere l’esercizio rispettando le regole e le indicazioni. E’ una cosa seria e mirata. Tale attività è inoltre aperta a tutti: vero che vengono regole, ma ogni persona deve arrivare al suo limite e fermarsi quando lo ha raggiunto. La persona non viene forzata, è libera di sentirsi di fare quello che si sente, al limite delle proprie possibilità. Gli esercizi poi sono mirati; non esistono pause, se non in fase di resistenza, ovvero svolgendo un esercizio di “relax ”, o per bere un sorso d’acqua. Si parte dalla cardio per preparare il flusso cardio-circolatorio, per passare alle gambe, agli addominali, braccia ma anche postura.

Vengono svolti infatti esercizi per sistemare la postura, sia in piedi ma anche da seduti, e la camminata: chi non è allenato può venire tranquillamente e nel giro di pochi mesi, raggiungendo degli scopi, può davvero cambiare il proprio fisico». «La Ginnastica dinamica militare inoltre - continuano gli istruttori - è sport, no fitness, tanto che molti atleti professionisti la usano come riscaldamento alle loro gare. Qui a Villafranca per lo più l’affluenza è alta: abbiamo avuto da subito un gran riscontro. Il gruppo è unito e rispettoso nei nostri confronti. Per coloro che volessero unirsi l’appuntamento è per tutti i martedì e i venerdì alle 20.30 alla palestra del Carlo Anti. Non serve un particolare abbigliamento, l’importante è essere comodi: basta portare con sè un tappetino, acqua e un asciugamano. Non serve altro »