Menu
Cerca
Garda

Onda anomala rovescia un natante: tre persone soccorse

L'onda probabilmente proveniva dalla scia di un’altra unità che transitava in zona.

Onda anomala rovescia un natante: tre persone soccorse
Cronaca Garda, 31 Maggio 2021 ore 08:32

Un natante è stato rovesciato da un'onda anomala.

Onda anomala rovescia un natante

E’ successo a circa mezzo miglio a sud di punta San Vigilio del Comune di Garda nel primo pomeriggio di ieri 30 maggio 2021, quando un natante da diporto di circa 4 metri con tre persone a bordo si è ribaltato a seguito di un’onda anomala probabilmente derivante dalla scia di un’altra unità che transitava in zona.

La scena è stata notata da altre unità da diporto che erano nella zona, che sono prontamente intervenute per recuperare i tre diportisti. Una volta a bordo dell’unità che era intervenuta, hanno contattato telefonicamente la sala operativa della Guardia Costiera di Salò, che ha subito attivato i mezzi di soccorso della Squadra Nautica dei Vigili del Fuoco di Bardolino e dirottato in area l’unità navale della Guardia Costiera, già impegnata in attività di vigilanza lacuale.

Soccorse tre persone

Una volta giunti in zona, mentre l’imbarcazione dei Vigili del Fuoco prendeva a rimorchio il natante semi affondato, la Guardia Costiera trasbordava le tre persone dall’unità da diporto intervenuta per prima in assistenza.

Dopo avere operato congiuntamente per non far affondare l’unità ribaltata e prestato assistenza ai tre diportisti, due di questi venivano accompagnati nel vicino porto di Garda, mentre il proprietario dell’unità preferiva restare ad assistere alle attività di rimorchio eseguite dai Vigili del Fuoco, che, una volta trasportata vicino a riva in basso fondale veniva rimessa in galleggiamento.

Una volta verificato che non vi erano problemi di galleggiabilità, i Vigili del Fuoco rimorchiavano l’unità sinistrata fino al vicino porto di Garda.
Anche in questo caso è stato possibile prestare assistenza ed evitare l’affondamento di una barca ribaltata, grazie alla sinergia ormai consolidata tra la Sala Operativa della Guardia Costiera del Lago di Garda, la Sala Operativa dei Vigili del Fuoco di Verona e gli Equipaggi delle Unità di soccorso prontamente intervenuti.

In poco più di un’ora, infatti, le persone che erano finite in acqua sono state trasportate in porto e l’unità che si era ribaltata e che stava per affondare è stata rimessa in galleggiamento e trasferita nel più vicino sorgitore.