Smentita

Operazione antimafia Padova, Silvestrini: “Non sono stato arrestato”

Il noto commercialista ha deciso di smentire la notizia che sta impazzando sui social.

Operazione antimafia Padova, Silvestrini: “Non sono stato arrestato”
Legnago e bassa, 12 Giugno 2020 ore 19:55

Il noto commercialista legnaghese Silvestrini puntualizza la sua posizione.

L’operazione “Pupari 2.0”

Nella giornata di oggi, venerdì 12 giugno 2020, i finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Padova, nell’ambito di una operazione denominata “Pupari 2.0”, diretta dalla Procura della Repubblica di Rovigo, hanno eseguito perquisizioni e contestuali ordinanze di custodia cautelare nei confronti di soggetti, ritenuti parte di una associazione a delinquere dedita alla commissione di reati fiscali. Tra gli arrestati spicca un pregiudicato di “Cosa nostra”, già collaboratore di giustizia. Tra gli stessi era emerso che Nicola Silvestrini risultava essere arrestato invece si tratta di un errore.

Nessun arresto nei suoi confronti

Nicola Silvestrini, noto commercialista di Legnago, dopo l’ennesima telefonata da parte di amici dove gli veniva chiesto il motivo per cui era stato arrestato, ha deciso di indire una conferenza stampa. Silvestrini ha quindi puntualizzato:

“Martedì scorso è iniziata la verifica da parte della guardia di finanza di Padova. La verifica ha riguardato 21 società, in cui sono coinvolti vari soggetti e tre di queste sono clienti del mio studio. Sono state effettuate le verifiche contabili, mi hanno ringraziato per la collaborazione e sono stato interrogato sulle attività delle aziende che seguo come commercialista. Voglio ribadire che non sono stato arrestato bensì sono indagato con obbligo di firma presso la guardia di finanza di Legnago fino a mercoledì in qualità di commercialista delle tre società in questione coinvolte. Sulle suddette società posso dire che una è una neocostituita che finora ha versato tutte le imposte, un’altra invece non ha versato l’Iva per circa 300mila euro. Ritengo che sia giusto effettuare le dovute verifiche del caso. E’ una situazione spiacevole però posso confermare che non sono stato arrestato e che sto tutt’ora lavorando”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità