Bovolone

Parco Valle del Menago: cartelli distrutti e cestini rovesciati, installate le telecamere per individuare i vandali

Non è la prima volta che si registrano casi simili.

Parco Valle del Menago: cartelli distrutti e cestini rovesciati, installate le telecamere per individuare i vandali
Legnago e bassa, 03 Agosto 2020 ore 09:23

Vandali in azione all’interno del parco.

Un habitat da preservare

Dal 1995 a Bovolone è presente il Parco Valle del Menago, un’area che è stata realizzata per poter recuperare e salvaguardare un habitat umido che si estende in 35 ettari ed è delimitato dal fiume Menago a Est e dal fiume Fossa Nuova a Ovest. Ogni anno sono numerose le famiglie che si recano al parco per poter trascorrere una giornata immersi nella natura, per portare a passeggio il cane, per fare jogging o anche semplicemente una passeggiata. Il parco è gestito dall’associazione Gea Onlus e dai volontari del parco che si prendono cura dell’habitat mantenendolo sempre accogliente e pulito. Non mancano però anche le persone che non hanno ancora capito l’importanza e la bellezza del parco, al punto da rovinarlo.

Cartelli rotti e non solo

E’ proprio la presidente dell’associazione Gea Onlus, Paola Nadali che, attraverso i social ha mandato un appello a coloro che, negli ultimi giorni, hanno rovesciato i cestini dei rifiuti presenti nei diversi percorsi e che hanno distrutto dei cartelli. Nadali scrive:

“Ai giovani che da tempo causano danni al parco rompendo cartelli, sversando cestini e adesso scrivono anche bestemmie e ci sbeffeggiano… volevo ricordare che il parco è anche vostro, stolti!
Se vi annoiate troviamo qualcosa che può divertirvi! Interessarvi… Proponete i vostri  progetti..
Se così non sarà, andate a rompere le cose a cosa vostra.. Prima o poi vi becchiamo (abbiamo messo telecamere ovunque) e pagherete per tutto!”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità