Phoenix e modellistica numerica nello studio della contaminazione da PFAS

Gestire in modo tempestivo i rischi derivanti da contaminazione delle acque.

Phoenix e modellistica numerica nello studio della contaminazione da PFAS
Legnago e bassa, 09 Gennaio 2020 ore 16:02

Phoenix e modellistica numerica nello studio della contaminazione da PFAS.

Phoenix e modellistica numerica

Nell’ambito del progetto europeo Life Phoenix, ARPAV ha introdotto un nuovo e avanzato strumento di analisi ambientale: la modellistica numerica applicata alle acque sotterranee e superficiali. Attraverso un modello matematico si ottiene una rappresentazione semplificata in scala della realtà nella quale si simulano i processi fisico-chimici che guidano la diffusione dell’inquinante. Si tratta di uno dei più avanzati strumenti attualmente esistenti in grado di quantificare, interpretare, predire con il rigore scientifico necessario i molti aspetti legati alla diffusione della contaminazione da PFAS nelle acque.

Il progetto

Life Phoenix ha lo scopo di dimostrare come un nuovo modello di governance inter-istituzionale, supportato da sistemi previsionali innovativi e da mirate strategie di mitigazione, possa permettere di gestire in modo tempestivo ed efficace i rischi derivanti da contaminazione delle acque da sostanze organiche mobili e persistenti (definite dall’acronimo PMOC). Questo modello verrà proposto per prevenire gli effetti e le problematiche derivanti dalla diffusione di questi inquinanti nelle acque con lo scopo di tutelare l’ambiente e la salute umana ed anche per aiutare ad evitare, o almeno in parte ridurre, la spesa pubblica necessaria per far fronte ai danni conseguenti. Il focus specifico di questo progetto riguarda una sottoclasse di PMOC quali le sostanze perfluoroalchiliche (PFAS) a catena corta e interesserà principalmente le acque potabili e quelle ad uso irriguo.

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve