Cronaca

Piano urbano della mobilità: "Scarsa utilità nel breve periodo"

Domani sera in consiglio comunale all'ultimo punto del giorno c'è il Pum. Il Centrosinistra attacca

Piano urbano della mobilità: "Scarsa utilità nel breve periodo"
Cronaca 27 Settembre 2017 ore 17:14

Domani sera in consiglio comunale all'ultimo punto del giorno c'è il Pum. Il Centrosinistra attacca

Domani sera in consiglio comunale all'ultimo punto del giorno c'è il Pum (piano urbano della mobilità). Ed è proprio questo fatto che è rimasto indigesto ai consiglieri comunali del Centrosinistra.

"Dopo oltre 3 anni - fanno sapere i consiglieri di Villafranca - viene approvato il Pum, assieme al Pgtu. Due strumenti di programmazione fondamentale, due piani di settore collegati al Pat che avrebbero essere approvati prima o in concomitanza. E invece arrivano molto tempo dopo, e non solo per colpa dell'incertezza legata alla procedura Vas".

"L'amministrazione nel frattempo ha assunto decisioni importanti sulla viabilità cittadina i cui effetti nefasti sono sotto gli occchi di tutti. Via Nino Bixio è congestionata per diverse ore del giorno; per via Messedaglia analoga situazione, con code interminabili su entrambi i sensi di marcia. E tutto ciò nonostante il proliferare di rotonde e rotondine. La vicenda poi di via Broli Antichi è emblematica creando incertezza a molti automobilisti e ciclisti. Non meno grave è la decisione di chiudere via Custoza in uscita dal paese in direzione Valeggio, creando gravi effetti economici su molte attività commerciali, nell'ambito di un'operazione che ha definitivamente cambiato volto all'incrocio principale di via Bixio e con esso alla viabilità di Villafranca. E che si dovrebbe dire dei lavori fatti nell'incrocio a sud di via Bixio con uno spartitraffico che ora verrà soppiantato dall'ennesima rotonda?".

"Infine la problematica legata all'ospedale Magalini ed alla viabilità di accesso e dei relativi parcheggi è ad oggi ancora insoluta da parte dell'Amministrazione, che si è limitata a conferire un incarico tecnico ed a far fare un'indagine volta a conoscere l'utilizzo dei parcheggi cittadini e risolvendosi a prospettare un maquillage del quartier ospedale dove saranno rifatti i marciapiedi e tracciati solo stalli blu a pagamento, negoziando con i privati il loro diritto di parcheggiare davanti a casa".

"Ora a pochi mesi dalla fine del mandato quinquennale si giunge finalmente ad approvare il Pum. Un documento di scarsa utilità nel breve periodo, la cui filosofia è certamente condivisibile, ma che viene lasciato come ideale testamento alla prossima amministrazione quando ormai molti danni sono già stati fatti".