Prima in Arena in diretta su Rai 1 per omaggiare il maestro Zeffirelli

Da venerdì 21 giugno va in scena a Verona, per il 97° Festival lirico.

Prima in Arena in diretta su Rai 1 per omaggiare il maestro Zeffirelli
Verona Città, 19 Giugno 2019 ore 23:59

Da venerdì 21 giugno va in scena a Verona, per il 97° Festival lirico, ‘La Traviata’ nel nuovo allestimento firmato dal Maestro Franco Zeffirelli. La prima dello spettacolo, che sarà anche la serata inaugurale di tutta la stagione areniana 2019, è stata presentata oggi a Palazzo Barbieri. Erano presenti il sindaco e presidente della Fondazione Arena Federico Sboarina, il sovrintendente Cecilia Gasdia, il direttore generale di Fondazione Arena Gianfranco De Cesaris, il vice direttore artistico Stefano Trespidi, e la presidente della commissione consiliare Sociale Maria Fiore Adami, che ha illustrato i progetti tra Comune e Fondazione Arena a sostegno della Fondazione AIRC per la ricerca sul cancro. Inoltre, del cast, Leo Nucci che sarà in scena nel ruolo di Giorgio Germont e Alessandra Volpe in quello di Flora Bervoix.

Prevista una grande affluenza

Gli organizzatori invitano il pubblico a recarsi per tempo, almeno un’ora prima dell’inizio, visto l’alta affluenza e le molte norme di sicurezza. “Ancora una volta la nostra città è protagonista di un evento straordinario – sottolinea il sindaco Sboarina –. Un appuntamento già molto atteso che, con la recente scomparsa del grande Maestro Zeffirelli, è divenuto in pochi giorni un avvenimento imperdibile sotto moltissimi punti vista. Primo fra tutti l’alta qualità artistica dell’allestimento. Il prossimo 21 giugno, infatti, andrà in scena, in collegamento televisivo mondiale, l’ultima e, forse anche per questo, più suggestiva produzione firmata Zeffirelli. Sue la regia e le scene per una proposta artistica spettacolare, che mostrerà il capolavoro Verdiano sotto una nuova e eccezionale veste. Una prima da tutto esaurito, che presenterà al mondo, nella suggestiva cornice della bellissima Arena di Verona, tutta la creatività e la genialità artistica di uno dei registi italiani più produttivi e, ora, indimenticabili. Verona porterà per sempre nel cuore ‘l’amico’ Zeffirelli che, da immenso maestro cinematografico qual’era, sembra aver firmato anche quest’ultima regia, con una prima nella prima, per la sua ultima e nuova eccezionale produzione”.

L'ultima produzione firmata Zeffirelli

“La nuova spettacolare e suggestiva produzione, somma sintesi del pensiero estetico di Zeffirelli – dichiara la sovrintendente – inaugura ufficialmente, in un evento straordinario, il 97° Festival lirico di Verona. Un progetto fortemente voluto da Fondazione Arena e da Franco Zeffirelli che, nei tanti anni di amicizia che ci hanno legati, in più occasioni mi ricordo il suo desiderio di realizzare, proprio in Arena, questo spettacolo. Un’opera molto amata dal Maestro che, come ultimo atto d’amore per la lirica e la città di Verona, ha reso possibile la produzione di uno evento di grande suggestione e fascino scenografico ed artistico. Fondazione Arena è molto fiera d’aver dato questa possibilità al grande ‘amico’ Zeffirelli e, con la sua ultima produzione mostrata in mondovisione nella diretta televisiva Rai del 21 giugno, a tutti coloro che lo hanno amato e lo ricorderanno per sempre. Non posso che ringraziare tutta la squadra di Fondazione Arena, un gruppo di lavoro che è stato ed è tutt’ora impegnato al massimo nella realizzazione di questa prima e di tutta l’importante stagione lirica che ci attende”.

Presente anche l'AIRC

“Alla prima serata del Festival areniano ci sarà presente anche AIRC – spiega la presidente Adami –. L’Amministrazione comunale ha invitato la Fondazione a partecipare con i suoi volontari all’evento che, per tutta la serata, agli ingressi dell’Arena, accoglieranno gli spettatori invitabili a donare per dare continuità al lavoro dei ricercatori delle istituzioni del territorio. Nella speciale serata a ricordo del grande Maestro, la ricerca sul cancro e la cultura si uniscono insieme in un’alleanza di eccellenza che fa ancora più grande Verona e il ricordo di questo straordinario regista italiano. Molti altri sono i progetti di prevenzione che stiamo valutando di fare insieme con AIRC’.

Seguici sui nostri canali