Primo Maggio Verona, flash mob in piazza Bra

Per portare l’idea di una nuova Europa e il progetto di scrivere una nuova Carta che parli di diritti, futuro e tutele.

Primo Maggio Verona, flash mob in piazza Bra
Verona Città, 29 Aprile 2019 ore 22:17

Un 1° maggio dedicato ai giovani, all’Europa e, ovviamente, al lavoro. Per la Festa dei Lavoratori, Cgil, Cisl, Uil Verona portano in Piazza Bra l’idea di una nuova Europa e il progetto di scrivere una nuova Carta che parli di diritti, futuro e tutele, anche per quei lavori che ancora non le prevedono.

Cgil, Cisl e Uil

“Le parole d’ordine – spiega Stefano Facci, segretario generale di Cgil Verona – di questo 1° maggio mettono al centro il lavoro, i giovani e l’Europa. Un’Europa da scrivere che non può più essere quella della speculazioni di questi anni, ma che deve diventare un’Europa concentrata sul sociale, che guarda ai cittadini e al loro futuro. Per questo noi pensiamo che vada scritta nuovamente l’Europa, e al centro deve essere messa l’attenzione alle persone e alle sfide che guardano al futuro del lavoro e dei nostri giovani”. Al flash mob sono invitati tutti: cittadini, lavoratori, giovani per creare e lanciare idee che parlino della nuova Europa, attraverso la musica e il colore. “La nostra attenzione – dice Massimo Castellani, segretario generale Cisl Verona – è tutta concentrata al lavoro e al sociale per rendere l’Europa un unico corpo. Il che significa uguali diritti per i lavoratori, indipendentemente da dove si trovano: dobbiamo dare regole condivise e comuni a livello europeo, partendo da noi organizzazioni sindacali, e poi confrontarci con le imprese che da tempo non operano più solo a livello locale, ma stanno assumendo sempre più dimensione internazionale”. Protagonista sarà la musica e la voglia di coinvolgere le nuove generazioni che già lavorano o si preparano ad affrontare il mercato del lavoro. “Questo 1° maggio, – spiega Lucia Perina, segretario generale Uil Verona – l’abbiamo dedicato ai giovani, ma non solo a loro, perché abbiamo la necessità di realizzare un ponte tra generazioni che unisca Verona, le sue organizzazioni sindacali e l’Europa. I giovani, dopo essersi preparati, aver studiato e aggiornato le proprie competenze, devono avere la possibilità di diventare protagonisti di questa Europa. Il nostro compito è garantire che, attraverso il lavoro, costruiscano il benessere, una nuova rete sociale e le future politiche europee. Per questo come Cgil, Cisl e Uil siamo chiamati a trovare quelle forme, che oggi ancora non esistono a livello di sistema, per garantire non solo la contrattazione di genere, ma anche quella a favore dei giovani. L’obiettivo è tutelare tutti quei nuovi lavori che oggi non sono ancora normati”.

 

L'evento

Due bande musicali che, partendo da punti diversi di Piazza Bra, si riuniscono davanti al “Liston”. Grandi lettere portate a spalla per comporre nuove parole. E cartelli condivisi che esprimono i valori cui ispirarsi. Da questo incontro di musica, parole e persone nasce il flash mob che celebra il 1° maggio nella nostra città. L’appuntamento, organizzato da Cgil, Cisl e Uil Verona, è in Piazza Bra, mercoledì 1 maggio, alle ore 11. Una Festa dei lavoratori che quest’anno è dedicata all’Europa, ai giovani e, ovviamente, al lavoro. Grazie a questo incontro di idee, culture e parole, le organizzazioni sindacali lanciano la sfida per scrivere le basi delle nuova Europa. Non a caso il grande striscione pensato per il flash mob è “Scriviamo L’Europa. Idee, Parole, Condivisione per un’Europa che cambia”. A rappresentare questa voglia di scrivere la nuova Europa, le grandi lettere portate in piazza dai partecipanti al flash mob e le parole chiave colorate che esprimono i valori su cui si deve fondare la nuova Unione Europea. Il tutto, mentre le due bande riunite, suonano gli inni nazionali di alcuni Paesi membri (Italia, Germania, Francia), la marcia dei lavoratori e l’Inno alla Gioia. Al flash mob sono invitati tutti: cittadini, lavoratori, giovani per creare e lanciare idee che parlino della nuova Europa, attraverso la musica e il colore. Le bande che partecipano alla manifestazione sono il Complesso bandistico “Edoardo e Oreste Tognetti” di Perzacco e il Corpo Bandistico “Santa Cecilia” di Povegliano Veronese.

 

 

Seguici sui nostri canali