Progetto Cane sicuro

Progetto Cane sicuro. Il microchip è obbligatorio per chiunque possegga un cane, la legge prevede sanzioni pecuniarie.

Verona Città, 16 Agosto 2018 ore 08:43

Progetto Cane sicuro. Il microchip è obbligatorio per chiunque possegga un cane, la legge prevede sanzioni pecuniarie.

Collaborazione Comune e Servizi Veterinari

Il progetto "Cane sicuro", nato dalla collaborazione tra il Comune di Verona e i Servizi Veterinari dell'ULSS9 Scaligera, è stato avviato nel mese di giugno 2018 e ha l'obiettivo di aumentare nei cittadini l'attenzione per la sicurezza e la cura del proprio cane. Tramite l'attività di agenti della Polizia Municipale specificatamente formati e in possesso di un apposito lettore, è possibile verificare la presenza del microchip sottocutaneo obbligatorio nei cani a passeggio in città.

L'accertamento

Con un semplice passaggio all’altezza del collo dell’animale, infatti, è possibile accertare immediatamente la presenza o meno del chip e la correttezza dell’anagrafica inseriti nella banca dati del Veneto e all'Anagrafe canina nazionale.

Il microchip

Il microchip sottocutaneo, a cui è associato un codice univoco di 15 cifre, è uno strumento che garantisce al proprio animale di avere una sorta di carta di identità. In caso di smarrimento la lettura del microchip permette di risalire in modo univoco al proprietario, garantendo sicurezza e la giusta certificazione per un immediato riconoscimento.

Obbligo

Si ricorda che la registrazione del proprio cane all’anagrafe canina, con il relativo microchip, è obbligatoria per legge ed il mancato rispetto comporta l'applicazione di sanzioni pecuniarie.