Qualità della vita 2018: Verona risale in classifica e si avvicina alla top ten

Primo posto in spese al botteghino per gli spettacoli. Molto bene anche in ambito culturale.

Qualità della vita 2018: Verona risale in classifica e si avvicina alla top ten
Verona Città, 17 Dicembre 2018 ore 19:07

Come ogni anno il Sole 24 Ore, il più noto quotidiano economico di Italia, ha stilato la sua classifica in merito a come si vive nelle città italiane. Secondo Qualità della vita 2018 Verona risale di diverse posizioni e arriva al 13esimo posto.

Le dichiarazioni del sindaco Sboarina

Entusiasta il sindaco Sboarina: “La posizione del 2018 è di gran lunga la migliore degli ultimi anni. Negli ultimi cinque, Verona non è mai andata così bene, arrivando così alta in classifica. Il 13° posto, con un miglioramento di 12 posizioni, è molto positivo, soprattutto perché la discontinuità è segnalata nei settori che ci stanno più a cuore e nei quali ci siamo più impegnati: cultura, sicurezza e ambiente".

Primi per biglietti venduti, molto bene in cultura

"Nell’area cultura siamo la prima città del Veneto - sottolinea il primo cittadino - e soprattutto siamo la prima città in Italia per biglietti venduti. L’importanza che da subito abbiamo attribuito al rilancio culturale e, ancora di più, tutte le scelte messe in campo per Fondazione Arena trovano un riscontro oggettivo. Qualità, promozione e calendari importanti hanno riportato gli spettatori nei nostri teatri, con quello all’aperto che fa la parte maggiore".

Ambiente, scalate 13 posizioni

"Anche nell’ambiente e servizi sono state scalate 13 posizioni. Merito di politiche per la sostenibilità, ma anche dello stop al consumo del suolo registrato nell’ecosistema urbano. Ma merito anche dei servizi che il Comune sta sempre più migliorando".

Sicurezza, Verona solo al 42esimo posto

"Valutazione a parte va fatta per la sicurezza - conclude il sindaco - dove il 42° posto di Verona è il più lusinghiero in assoluto, rispetto al 65° posto del 2017. Tutte le città che ci precedono, nella classifica 2018, non superano i 150 mila abitanti, un rapporto abitanti-sicurezza che è direttamente proporzionale. La nostra è la prima delle città medio-grandi per sicurezza. Questo è un primato che voglio condividere con tutte le Forze dell’Ordine per il loro impegno ma anche con i cittadini, le cui segnalazioni vengono evase. Tutto questo ci permette il presidio del territorio, che è reso efficace dagli investimenti in tecnologie ma anche dal filo diretto che la mia amministrazione ha instaurato con il Viminale.

Affari e lavoro, si può fare meglio

In affari e lavoro Verona non si classifica tra le prime città, occupando solo un modesto 37esimo posto. Per quanto riguarda il Pil pro capite siamo invece la 16esima città.