Cronaca

Resistenza a Pubblico Ufficiale a Verona arrestato un irregolare

Il fatto è avvenuto in Borgo Roma.

Resistenza a Pubblico Ufficiale a Verona arrestato un irregolare
Cronaca Verona Città, 01 Febbraio 2019 ore 14:08

Resistenza a Pubblico Ufficiale a Verona arrestato un irregolare. Il fatto è avvenuto in Borgo Roma.

Resistenza a Pubblico Ufficiale a Verona arrestato un irregolare

Ieri pomeriggio, con l’accusa di resistenza a Pubblico ufficiale, un tunisino di 33 anni è stato arrestato dai poliziotti delle Volanti in Borgo Roma.

La dinamica

Intorno alle ore 15, gli agenti, percorrendo via Giuliari, decidevano di fermare lo straniero e sottoporlo a controllo. L’uomo, che non era in possesso di alcun documento idoneo all’identificazione, dichiarava di chiamarsi Doub Mohamed Marouen, di non avere un’attività lavorativa né una dimora fissa e di vivere in un edificio in stato di abbandono del quale non era in grado di indicare la collocazione precisa.

Fornite false informazioni

Le informazioni rese, in netto contrasto con l’abbigliamento curato e con la somma di denaro che il fermato portava con sé, facevano insospettire gli agenti che, da un sommario controllo in banca dati, riscontravano immediatamente una nota di rintraccio a carico del soggetto. I poliziotti, dunque, invitavano lo straniero a salire a bordo dell’auto di servizio, spiegando la necessità di accompagnarlo negli Uffici di Polizia per la redazione degli atti connessi ad un procedimento pendente.

La fuga e l'arresto

A questo punto, Doub Mohamed si dava alla fuga e, una volta raggiunto da uno degli agenti, opponeva resistenza attiva nel tentativo di divincolarsi e scappare. Con non poca fatica, lo straniero veniva bloccato, tratto in arresto per resistenza a Pubblico ufficiale e trattenuto all’interno delle camere di sicurezza della Questura in attesa del rito direttissimo fissato per la mattinata odierna. Stamane il giudice, dopo la convalida dell’arresto, ha disposto la misura dell’obbligo di firma per tre volte a settimana e rinviato l’udienza al prossimo 7 febbraio.