Cronaca

Rimane appeso a testa all'ingiù su un ripetitore alto 30 metri, salvato dai vigili del fuoco FOTO

L’uomo stava effettuando la manutenzione sulla cima del traliccio quando ha perso l’equilibrio e rimanendo incastrato su un triangolo del manufatto, sostenuto solo dall’imbrago di sicurezza.

Rimane appeso a testa all'ingiù su un ripetitore alto 30 metri, salvato dai vigili del fuoco FOTO
Cronaca Verona Città, 10 Aprile 2019 ore 18:46

Alle 14.30, i vigili del fuoco sono stati allertati per uomo infortunatosi su un traliccio, ripetitore televisivo, alto oltre 30 metri, sulla sommità di via Marogne ad Altissimo (Vicenza).

Necessario l'intervento del personale speleo alpino fluviale

L’uomo stava effettuando la manutenzione sulla cima del traliccio quando ha perso l’equilibrio, cadendo a testa in giù, rimanendo incastrato su un triangolo del manufatto, sostenuto solo dall’imbrago di sicurezza. Due operatori, della squadra dei pompieri di Arzignano arrivati per primi, sono saliti sul traliccio prestando le prime cure all’uomo e riposizionandolo con la testa all’insu. Nel frattempo è arrivato sul posto l’elicottero Drago 71 del reparto volo di Venezia, che ha verricellato in tre elisoccorritori, i quali hanno predisposto una progressione in salita del traliccio. Gli specialisti  hanno raggiunto l’infortunato e gli altri due vigili e dopo averlo assicurato con un ulteriore imbragatura, l’hanno calato a terra in sicurezza, assistiti dal personale SAF (speleo alpino fluviali) intanto arrivati da Vicenza. Il  tecnico è stato subito assistito dal personale sanitario del suem 118, presente sul posto anche con il personale dell’elisoccorso.  L’uomo è stato trasportato fino all’ambulanza per poi essere trasferito in ospedale con un codice di media gravità. Le operazioni di soccorso dei vigili de fuoco sono terminate poco  dopo le 17.00.

9 foto Sfoglia la gallery