Rimossa l'ammoniaca dall'impianto sotto sequestro di via Lugagnano

Il vecchio impianto di raffreddamento rappresentava un potenziale rischio ambientale.

Rimossa l'ammoniaca dall'impianto sotto sequestro di via Lugagnano
Verona Città, 03 Gennaio 2020 ore 12:19

Rimossa l'ammoniaca dall'impianto sotto sequestro di via Lugagnano.

Rimossa l'ammoniaca dall'impianto sotto sequestro di via Lugagnano

È stato messo in sicurezza, grazie a un delicato intervento dei Vigili del Fuoco, un capannone industriale situato in via Lugagnano. Attualmente l’area è posta sotto sequestro dalla Procura di Milano, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia milanese nell’ambito dell’inchiesta e del processo per stoccaggio abusivo di rifiuti, ma precedentemente la struttura ospitava un magazzino frigorifero.

Un potenziale rischio ambientale

Il vecchio impianto di raffreddamento rappresentava un potenziale rischio ambientale per Verona, vista la presenza al suo interno di ammoniaca. Pertanto, si è reso necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco che hanno rimosso il componente tossico, mettendo in sicurezza l’impianto e l’intera zona. “La presenza di ammoniaca – hanno detto gli assessori ai Lavori pubblici Luca Zanotto e all’Ambiente Ilaria Segala – poteva rappresentare un serio rischio ambientale per il territorio. Era necessario intervenire rapidamente per la messa in sicurezza dell’area, ma serviva un intervento con personale molto preparato e qualificato, che non saremmo stati in stato in grado di realizzare senza la disponibilità del Reparto operativo dei Vigili del Fuoco. La loro azione è stata determinante per risolvere il problema e, per questo, li ringraziamo”.