Il video

Rissa a colpi di spranghe, bidoni e tombini nel piazzale della stazione di Verona

A scontrarsi due gruppi di giovani stranieri: sono stati denunciati in quattro per rissa aggravata, altri sono riusciti a scappare

Pubblicato:

rissa stazione verona

Una scena di violenza senza freni quella che si è verificata a Verona nel tardo pomeriggio di sabato scorso, 10 febbraio 2024. Nel Piazzale XXV Aprile della Stazione di Porta Nuova è avvenuta una rissa tra un gruppo di marocchini e uno di nigeriani per motivi futili (il presunto furto di un cellulare).

La rissa

Il fatto ha visto coinvolti due gruppi di extracomunitari: uno sotto la pensilina in attesa dell’autobus mentre il secondo presso l’uscita dalla stazione ferroviaria. Lo scontro è cominciato quando alcuni giovani sono partiti alla carica.

Nella rissa sono state utilizzate anche delle spranghe, mentre uno dei partecipanti ha preso e lanciato un bidone contro uno dei membri del gruppo rivale. A quel punto però, stando al racconto dei testimoni e come riportano le immagini video, sarebbe stato colpito una seconda volta anche con un tombino. La forte botta lo ha tramortito, facendolo accasciare al suolo per poi svenire.

Ma per quanto ci fossero dei feriti a terra, la violenza non si è placata e i due gruppi hanno continuato ad assalirsi a vicenda con pedate e sprangate fino all’arrivo della Polizia Ferroviaria che assieme ai militari hanno fermato la rissa.

Qui di seguito ecco un filmato di quegli attimi concitati che è stato pubblicato sulla pagina Instagram "veronadisagio", consigliamo cautela nella visione.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Verona Disagio (@veronadisagio)

Il racconto della Polfer

Per capire al meglio la dinamica della situazione, abbiamo contattato il personale della Polfer intervenuto per sedare gli animi della rissa scoppiata nel Piazzale XXV Aprile.

“Siamo intervenuti come polizia provinciale perché dal punto di vista giuridico della gestione non è territorio nostro, ma della Questura - ci ha dichiarato il comandante della Polizia Ferroviaria - In quel momento non c’erano pattuglie a disposizione quindi siamo intervenuti noi: abbiamo fermato le persone e portate in ufficio per l’identificazione.

Siamo usciti coi militari al seguito proprio perché come sa da novembre li abbiamo a disposizione in stazione e quindi eravamo anche un gruppo che permetteva di intervenire. L'abbiamo fatto e abbiamo fermato alcune persone; nel video mi pare un gruppo abbastanza numeroso. Per noi il concorso con i Carabinieri è un lavoro che viene fatto quotidianamente assieme anche alla Polizia Locale."

Nonostante il gruppo si stesse disperdendo, i poliziotti della Polfer assieme all’Esercito sono riusciti a fermare quattro persone, denunciate per rissa aggravata; uno degli avventori è stato trovato in possesso di sostanze stupefacenti.

La causa sarebbe da attribuirsi a un telefono cellulare; ogni tanto succede tra questa gente di etnia diversa per futili motivi o per appunto per un piccolo furtarello. Al momento, le posizioni dei denunciati sono al vaglio della questura."

Commenti
BRUNO Anselmo DEGANI

Vanno rimandati a casa loro. Subito!!! Prima che costringano noi ad emigrare in Africa. La nostra disponibilità per l'accoglienza è stata scambiata per dabbenaggine

Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali