Ronco all’Adige in lutto per la tragica scomparsa dei tre ragazzi

Sconforto per la scomparsa di Luca Verdolin, Francesca Mercurio e Chiara Mercurio.

Ronco all’Adige in lutto per la tragica scomparsa dei tre ragazzi
Legnago e bassa, 08 Dicembre 2019 ore 11:42

Ronco all’Adige in lutto per la tragica scomparsa dei tre ragazzi.

Ronco all’Adige in lutto per la tragica scomparsa dei tre ragazzi

Non ci sono parole per descrivere lo sconforto che il paese di Ronco all’Adige e anche i Comuni limitrofi stanno vivendo per la perdita dei tre giovani che, nella giornata di ieri sabato 7 dicembre hanno perso la vita in uno schianto. Fin da subito era emerso che una vettura con a bordo 3 persone, in transito su Via Giovanni XXIII, a causa di una fuoriuscita autonoma, era andata a sbattere violentemente contro un albero.

L’impatto non ha lasciato scampo ai giovani

L’autovettura Fiat Multipla condotta da Luca Verdolin, nato a Verona il 7 luglio 1996, residente a Ronco All’Adige con a bordo Francesca Mercurio nata a Napoli il 3 marzo 1999, residente a Ronco All’Adige e la sorella convivente Chiara Mercurio nata a Napoli 11 agosto 2004, probabilmente a causa della forte velocità ha perso aderenza con il suolo stradale, collidendo prima contro un palo di sostegno della linea telefonica, finendo la corsa poi contro un platano e la recinzione di un’abitazione. I giovani sono deceduti sul colpo come accertato dai medici del Suem 118 intervenuti sul posto.

Il cordoglio sui social

Sono numerosi i messaggi di cordoglio che stanno giungendo nelle bacheche social dei ragazzi che erano conosciuti e amati in paese. “Non ci posso credere”, “Non ci sono parole”, sono questi i commenti che si possono leggere maggiormente. L’incredulità delle persone nel constatare che, per quei tre giovani, la vita si sia spezzata così velocemente. Anche la “Casa don Giuseppe Girelli” ha postato il proprio cordoglio sui social scrivendo: “Uniti, il presidente, il Comitato di gestione, la direzione, i collaboratori ed i pazianti partecipano al dolore dei famigliari e di tutta la comunità per la terribile tragedia che li ha colpiti. In silenzio, con solidarietà e compassione. Guardiamo i volti di questi ragazzi e ritroviamo quelli dei nostri. Vostri figli, nostri figli”.