Cronaca

Ruba trolley alla stazione Porta Nuova

Arrestato un uomo di 57 anni senza fissa dimora

Ruba trolley alla stazione Porta Nuova
Cronaca Verona Città, 08 Luglio 2018 ore 08:12

Ruba trolley alla stazione Porta Nuova.

La polizia ferroviaria di Verona, nella giornata di venerdì ha arrestato, nella stazione di Porta Nuova, un cittadino italiano di 57 anni: Gian Gavino Pani, nato a Reggio Emilia, di fatto senza fissa dimora, resosi responsabile del reato di furto, commesso a bordo del treno Freccia Rossa 9723 diretto a Venezia.

Ruba trolley in stazione

Lo scorso 6 luglio, intorno alle ore 13.10, gli agenti della Polizia Ferroviaria di Verona Porta Nuova sono intervenuti al binario 4 alla ricerca di un viaggiatore che, secondo segnalazione effettuata dal capotreno, si era reso responsabile del furto di un trolley di colore blu, sottratto ad un passeggero dello stesso convoglio. Sul posto, i poliziotti hanno notato immediatamente un uomo con accanto una valigia corrispondente a quella descritta; quest’ultimo, a richiesta degli agenti, aveva dichiarato di esserne proprietario senza, tuttavia, saper descrivere nei dettagli cosa contenesse.

I controlli

Per questo motivo, il soggetto è stato accompagnato in ufficio al fine di svolgere più accurati controlli. Sentito nuovamente il capotreno, nel frattempo ripartito dal binario, gli operatori di polizia sono riusciti a mettersi in contatto con la vittima che, oltre a fornire in maniera minuziosa la descrizione del contenuto del bagaglio, ha dichiarato con certezza di essere stata derubata a treno fermo, presso la stazione di Verona Porta Nuova.

L'arresto

Gli accertamenti effettuati dagli agenti hanno consentito di rilevare che il fermato era già destinatario della misura cautelare dell’obbligo di dimora a Bolzano e dell’obbligo di presentazione quotidiana alla Polizia Giudiziaria dello stesso capoluogo. Il 57enne è stato pertanto tratto in arresto e sottoposto a rilievi foto dattiloscopici presso il Gabinetto Provinciale di Polizia Scientifica della Questura di Verona e trattenuto, su disposizione del Pubblico
Ministero, presso le camere di sicurezza del Settore Operativo in attesa del rito direttissimo previsto per la giornata ieri.

La pena

Ieri mattina, a seguito della convalida dell’arresto, il giudice ha disposto nei confronti di Gian Gavino Pani la custodia cautelare in carcere fino all’udienza fissata per il prossimo 7 settembre.