Cronaca

Ruba un giubbotto nel negozio e minaccia i dipendenti

Inseguito all’esterno alla direttrice e da una dipendente non ha esitato a minacciarle verbalmente.

Ruba un giubbotto nel negozio e minaccia i dipendenti
Cronaca Est Veronese, 04 Dicembre 2019 ore 17:50

Ruba un giubbotto nel negozio e minaccia i dipendenti.

Ruba un giubbotto nel negozio e minaccia i dipendenti

Era quasi l’ora di chiusura quando ieri i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di San Bonifacio sono intervenuti presso il Centro Commerciale “San Bonifacio” ed hanno arrestato, per il reato di rapina impropria, il cittadino marocchino E.Z.B., 31 enne, senza fissa dimora, nullafacente, irregolare e pluripregiudicato. Lo straniero era stato poco prima sorpreso dalla direttrice del negozio di abbigliamento “OVS” mentre si impossessava di un giubbotto del valore di € 169 che aveva indossato sotto i propri abiti, nel tentativo di sottrarlo ed allontanarsi indisturbato.

Ha finto di essere armato per riuscire a fuggire

L’uomo non aveva, però, fatto i conti con l’allarme antitaccheggio che scattava inesorabilmente. Inseguito all’esterno del negozio dalla stessa direttrice e da una dipendente, lo straniero, nel tentativo di guadagnare l’impunità, non ha esitato a minacciarle verbalmente, facendo anche loro credere di essere armato. Nel frangente, i militari dell’Arma della vicina Compagnia, allertati telefonicamente e giunti prontamente sul posto, hanno immediatamente bloccato ed ammanettato il malvivente prima che potesse fuggire, recuperando la refurtiva, subito restituita all’avente diritto. Lo straniero è stato quindi fatto “alloggiare” nelle camere di sicurezza della Compagnia di San Bonifacio, ove ha trascorso la notte. Nella mattina odierna, è stato accompagnato dinnanzi al Giudice Monocratico del Tribunale di Verona che ha convalidato l’arresto. Processato con rito direttissimo, lo straniero ha patteggiato ed è stato quindi condannato ad 8 mesi di reclusione e 400 € di multa, beneficiando della sospensione condizionale della pena.