Verona

Ruba una valigia da un’auto in sosta e tenta la fuga

Nella valigia era contenuto l’ultimo modello di “Folletto”, per un valore complessivo di 3.500 euro.

Ruba una valigia da un’auto in sosta e tenta la fuga
Cronaca Verona Città, 27 Luglio 2021 ore 10:46

Nel pomeriggio di domenica 25 luglio 2021 intorno alle 15, due Volanti sono intervenute in Via Palladio angolo Via Albere, a seguito della segnalazione giunta alla centrale operativa per un furto a bordo di un’autovettura in sosta.

Ruba una valigia da un’auto in sosta e tenta la fuga

Giunti prontamente sul posto, gli agenti delle Volanti hanno notato due uomini intenti ad asportare una valigia di colore bianco/verde da un’auto. I due uomini, alla vista dell’auto della polizia, si sono dati a precipitosa fuga in direzione via Palladio – Stazione, lasciando la valigia a pochi metri dall’autovettura.

La Volante si è data quindi all’inseguimento di uno dei due malviventi, che è stato subito dopo intercettato dalla seconda Volante intervenuta in ausilio. L’uomo è stato quindi accompagnato in Questura per gli accertamenti di rito in quanto privo di documenti di identificazione. Gli accertamenti posti in essere dai poliziotti, oltre a far emergere la vera identità dell’uomo, hanno consentito di appurare che a carico dello stesso risulta pendente un’espulsione dal territorio nazionale e per tale motivo il cittadino straniero è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria.

Si cerca l'altro malvivente

Sono ancora in corso le indagini per risalire all'identità dell'altro malvivente che è riuscito, invece, a far perdere le proprie tracce correndo nelle vie limitrofe.

Gli operatori di polizia hanno provveduto, altresì, a contattare l’intestatario dell’autovettura per provvedere alla restituzione della valigia asportata nella quale era contenuto l’ultimo modello di “Folletto”, per un valore complessivo di euro 3.500.

Il proprietario si è successivamente recato in Questura per formalizzare la denuncia in quanto l’autovettura, a seguito della forzatura è risultata danneggiata.

Il cittadino marocchino, accusato di furto aggravato in concorso, è comparso davanti al giudice che, dopo la convalida dell’arresto, ha disposto la misura dell’obbligo di presentazione quotidiana in Questura.