Rubano un cellulare, arrestati due marocchini

Rubano un cellulare, arrestati due marocchini
Cronaca 13 Giugno 2017 ore 01:00

Sono le 19.30 e all’interno della sala d’attesa della stazione ferroviaria Verona Porta Nuova due marocchini, di 30 e 21 anni, il primo dei quali già noto alle forze dell’ordine, si avvicinano ad un pensionato che seduto è in attesa del treno; al suo fianco il telefono cellulare. Mentre uno dei due stranieri si rivolge al 60enne con la scusa di chiedergli l’orario del treno per Treviso, l’altro, con una mossa fulminea, prende il cellulare; subito dopo i due se ne vanno via insieme.

Qualcuno avvisa il 112 e una pattuglia del Nucleo Radiomobile di Verona, precipitatasi sul posto, dopo aver acquisito una sommaria descrizione dei due individui, si mette sulle loro tracce e li intercetta pochi minuti dopo in viale Piave; i due stanno cercando di cedere il cellulare ad un altro giovane, ignaro dell’accaduto. Hanno già rimosso la SIM card dall’apparecchio. I militari li bloccano e li arrestano entrambi per furto aggravato.

Nella mattinata di oggi i due sono stati tradotti davanti al tribunale di Verona che, dopo aver convalidato l’arresto eseguito dai Carabinieri, ha disposto che il più anziano dei due arrestati rimanesse in carcere; obbligo di firma, invece, per il 21enne.