Cronaca
Carabinieri

Rubano un portafoglio da un’auto in sosta: fermati dopo un inseguimento da Caprino al Saval

Due soggetti con fare sospetto si sono avvicinati ad un’autovettura in sosta e hanno prelevato un portafoglio contenente documenti e denaro.

Rubano un portafoglio da un’auto in sosta: fermati dopo un inseguimento da Caprino al Saval
Cronaca Verona Città, 11 Agosto 2021 ore 16:49

All'esito di specifici servizi coordinati disposti dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Verona per contrastare ogni tipologia di reato, specie quelli di natura predatoria e contro la persona, in data 10 agosto 2021, alle ore 14.30, militari del N.O.R. della Compagnia di Caprino, unitamente ad equipaggio Radiomobile della Compagnia di Peschiera del Garda, arrestavano due nomadi per furto aggravato in concorso e resistenza a P.U., identificati in: H. G., classe 1987, nato in Italia, senza fissa dimora, pregiudicato; S. M., classe 1980, nato in Italia, senza fissa dimora, pregiudicato.

Rubano un portafoglio da un’auto in sosta

Durante uno specifico servizio perlustrativo per la prevenzione di reati predatori, in Caprino Veronese, un equipaggio moto montato dell’Aliquota Operativa di Caprino individuava due soggetti che con fare sospetto si avvicinavano ad un’autovettura in sosta prelevando un portafogli contenente documenti e la somma in contanti di 160 euro.

I prevenuti, accortisi della presenza dei Carabinieri, fuggivano a forte velocità con propria autovettura eseguendo delle manovre elusive e rischiose nel tentativo di “seminare” i militari che, dopo un lungo inseguimento, grazie all’ausilio di personale della Radiomobile di Peschiera del Garda, riuscivano a raggiungere e bloccare i rei in frazione Saval del comune di Verona, scongiurando che incidenti con altri veicoli.

Recuperato il portafoglio

Una volta immobilizzati e recuperata la refurtiva, poi restituita al legittimo proprietario, i malviventi venivano dichiarati in arresto e trasferiti presso le camere di sicurezza della Compagnia dei Carabinieri di Peschiera in attesa di rito direttissimo disposto dall’A.G. di Verona per il giorno seguente.
Nella mattinata odierna il Giudice ha convalidato l’arresto disponendo nei confronti dei due uomini l’obbligo di presentazione alla P.G. di residenza.