Oppeano

Rubata la statua di San Serafino dall’omonimo parco, Giaretta: “Gesto ignobile”

Per Oppeano la statua ha un grande valore che deriva sia per la devozione al Santo ma anche dal fatto che è stato ricavato un pezzo unico.

Rubata la statua di San Serafino dall’omonimo parco, Giaretta: “Gesto ignobile”
Legnago e bassa, 22 Maggio 2020 ore 15:36

La statua è stata rubata nella notte da ignoti.

Sgomento in paese, rubata la statua di San Serafino

La statua di San Serafino da Montegranaro, che il 12 ottobre 2019 era stata collocata all’ingresso del parco a lui dedicato a Oppeano, è stata rubata stanotte, venerdì 22 maggio 2020 da ignoti. Un simbolo religioso a protezione della Città di Oppeano che ha un fortissimo legame con il Santo.

La segnalazione

Indignazione in paese per questo gesto che non trova spiegazione. Il sindaco, Pietro Luigi Giaretta ha affermato:

“Stavo andando in municipio prima delle 8 e sono stato chiamato dal presidente del comitato San Serafino, che a sua volta era stato avvisato da un passante che aveva notato che era stata rubata la statua. Sono andato immediatamente sul posto a vedere, hanno lasciato la base. Ho fatto la denuncia e oggi visioniamo le riprese della telecamera nella speranza di riuscire a vedere qualcosa e che si riesca a capire chi è o chi sono i colpevoli. E’ una cosa ignobile”.

La grande devozione

Numerosi i cittadini che coglievano l’occasione per fermarsi davanti alla statua per porgere un fiore e pregare un po’, per trovare conforto. Il sindaco ha inoltre aggiunto:

“Non dico che si possa definire un punto di pellegrinaggio ma sono molte le persone che passavano da lì per fermarsi, per portare dei fiori, era un punto di riferimento. Oltre al fatto che è all’ingresso di un bel parco utilizzato dalle famiglie”.

La statua di San Serafino

I malviventi forse sono stati attirati dal bronzo

Difficile trovare un movente ma il sindaco spiega:

“Secondo me chi ha portato via la statua ha visto la parte esterna in bronzo invece è solo una piccola foglia di bronzo, all’interno c’è un materiale diverso, leggero che non ha un valore economico. Il vero valore deriva dal fatto che è stato ricavato un pezzo unico. Mi auguro che, chi ha rubato la statua, quando e se la porterà a chi dovrà fonderla, questo dica loro che il valore materiale è minimo. Per noi quella statua aveva un valore enorme”.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei