Segnava le auto e bucava le gomme, catturato.

L'uomo si aggirava nei Comuni gardesani di Garda e Bardolino.

Segnava le auto e bucava le gomme, catturato.
Garda, 21 Luglio 2018 ore 09:36

Segnava le auto e bucava le gomme, catturato. L’uomo si aggirava nei Comuni gardesani di Garda e Bardolino.

Colto in flagranza di reato

Erano alcuni mesi che E.N. residente a Pozzo di Fassa, 41 anni, domiciliato a Garda in un appartamento in Piazza Calderini, con un precedente per furto alle spalle, si aggirava in alcune zone dei paesi di Garda e di Bardolino rovinando le macchine di residenti e turisti.
È stato colto in flagranza di reato dal comandante della polizia municipale di Garda, dott. Ferdinando Pezzo, mentre si accingeva, con una chiave rotta ed un cacciavite, a segnare la carrozzeria di alcune auto nella piazza antistante la stazione dei vigili del fuoco di Bardolino.

Più telecamere in paese


“Eravamo esausti e stremati da una situazione che non riuscivamo a risolvere”, afferma il sindaco di Garda Davide Bendinelli. “Perciò, abbiamo deciso di installare, oltre alle telecamere a circuito chiuso presenti sul nostro territorio comunale, alcune telecamere mobili nelle zone maggiormente colpite dagli atti vandalici. Circa una settimana fa, in largo Europa a Garda (zona Borgo), abbiamo ricevuto l’ennesima segnalazione di un turista che si era ritrovato la fiancata della propria autovettura completamente rigata. Abbiamo verificato i filmati in nostro possesso e siamo riusciti ad intravedere la fisionomia del presunto colpevole. Lo abbiamo seguito nel percorso attraverso le nostre telecamere a circuito chiuso e poi ci siamo confrontati con i carabinieri di Bardolino”.

L’operazione del comandante in borghese

Segnava le auto e bucava le gomme, catturato. L'uomo si aggirava nei Comuni gardesani di Garda e Bardolino.
“attrezzi del mestiere”


Mercoledì 18 luglio, nel tardo pomeriggio, il comandante della polizia locale di Garda, Ferdinando Pezzo in servizio in borghese, ha visto aggirarsi, nei dintorni del lungolago, una persona che sembrava aver le caratteristiche fisiche corrispondenti a colui che avevamo identificato attraverso i filmati del Comune. Pezzo, dopo aver pedinato il presunto vandalo, ha notato che il tizio, con un cacciavite, ha bucato, senza motivo, la sella di un motorino. A quel punto, senza intervenire, l’ha seguito. 
Una volta giunto nel piazzale dei vigili del fuoco di Bardolino, il vandalo seriale, ha estratto dal borsellino una chiave rotta ed un cacciavite ed ha cominciato imperterrito la sua attività. Il comandante Pezzo lo ha dapprima filmato, poi, lo ha rincorso, gli è saltato addosso e lo ha bloccato. A quel punto, E. N., è stato trasportato in caserma a Bardolino dove è stato interrogato e dove ha ammesso ciò che gli è stato contestato.

Processato


È stato processato per direttissima ieri mattina, giovedì 19 luglio, poiché colto in flagranza di reato ai sensi degli articoli 61, 635, 337 del C.p. (Danneggiamento, resistenza a pubblico).

Fine dei danni

“Finalmente, – ha affermato Bendinelli -, abbiamo posto fine ad una triste vicenda che per mesi ha provocato danni alle macchine di residenti e turisti. Voglio rivolgere un sentito ringraziamento ai nostri carabinieri per la disponibilità e la collaborazione, ma soprattutto voglio ringraziare il nostro comandante della polizia locale dott. Ferdinando Pezzo, senza il quale il caso sarebbe ancora irrisolto”.

Il video

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità