Cronaca
Verona

Sfonda la vetrina del negozio in piena notte per rubare smartphones ma viene notato da un passante

Stretta dei Carabinieri ai furti negli esercizi commerciali.

Sfonda la vetrina del negozio in piena notte per rubare smartphones ma viene notato da un passante
Cronaca Verona Città, 11 Dicembre 2021 ore 10:20

Nell’alveo di mirati servizi di contrasto ai reati predatori, i Carabinieri della Sezione Radiomobile di Verona hanno tratto in arresto un 50enne tunisino con precedenti, poiché responsabile di furto aggravato ai danni di un esercizio commerciale.

Sfonda la vetrina del negozio in piena notte

La segnalazione è arrivata in piena notte da un cittadino in transito: in via Manin, uno sconosciuto aveva appena sfondato con un masso la vetrina di un negozio di telefonia e stava svaligiando il locale.
Rapido l’intervento delle pattuglie, che dapprima hanno bloccato tutte le vie d’accesso alla citata strada e, poco dopo, hanno fermato il ladro, mentre fuggiva, con la refurtiva nelle tasche (smartphones ed accessori per telefoni). Gli oggetti rubati sono stati subito riconsegnati al titolare del negozio, mentre il reo è stato tradotto alla casa circondariale di Montorio.

Nella stessa giornata, i militari della dipendente Stazione di Cà di David hanno denunciato un 20enne nigeriano con precedenti, per furto aggravato su auto in sosta.

Il giovane, dopo aver forzato l’apertura di un’autovettura parcheggiata in piazza Roma, ha asportato dal suo interno due cuffie “AIRPODS”, del valore di circa 200 euro.
Dopo aver raccolto la denuncia della vittima, i carabinieri sono riusciti a rintracciare velocemente il ladro ed a recuperare la refurtiva.

Oltre agli episodi appena indicati, dall’inizio del mese, sono 3 le persone arrestate e 7 quelle denunciate dalla Compagnia di Verona, per furti e tentativi di furto all’interno di negozi e centri commerciali della città. Il valore complessivo dei beni asportati, e successivamente riconsegnati ai titolari, è di 1300 euro.