Sgarbi versus Leonardo

Questa sera al teatro Romano di Verona il critico si confronterà con la superstar del Rinascimento.

Sgarbi versus Leonardo
Verona Città, 03 Giugno 2018 ore 10:18

Sgarbi versus Leonardo. Questa sera al teatro Romano di Verona il critico si confronterà con la superstar del Rinascimento.

Al festival della bellezza

Vittorio Sgarbi presenta in prima nazionale per il Festival della Bellezza il suo nuovo spettacolo teatrale “Leonardo”, che, dopo Caravaggio e Michelangelo, racconta i grandi protagonisti dell'arte italiana, oggi, domenica 3 giugno, al Teatro Romano di Verona.

Sgarbi versus Leonardo

Per questo progetto, Sgarbi si confronta con la Superstar del Rinascimento, le iperboliche imprese dell’anarchico esploratore col vezzo dell’arte e la tensione al volo. L’abilità nell’accostamento insolito del critico si accorda con la poliedrica irrequietezza del genio; l’anticonvenzionalità con l’anticonformismo del misterioso dandy. La conoscenza diventa riconoscimento nel districare i segni che la popolarità ha sovrapposto ai significati di un mito di universale seduzione.

Musica dal vivo

Musiche originali dal vivo di Valentino Corvino, scenografie e elaborazioni visive di Tommaso Arosio

Vittorio Sgarbi

Critico e storico dell’arte di grande acume e talento narrativo, polemista e provocatore, è tra i più noti e controversi intellettuali italiani. Si laurea in filosofia con specializzazione in storia dell’arte, passione che diviene presto anche un’occupazione come ispettore della Sovrintendenza ai Beni storici e artistici del Veneto. Diviene noto al grande pubblico negli anni ‘80 come esperto d’arte e opinionista al Maurizio Costanzo Show, in cui alterna ad apprezzate lezioni d’arte giudizi pungenti, irriverenti e spiazzanti. Dal 1992 al 1997 ha una propria trasmissione giornaliera su Canale 5, Sgarbi quotidiani, in cui commenta i principali fatti d’attualità. Continua con successo l’attività di opinionista televisivo e si dedica anche alla politica, divenendo parlamentare, sottosegretario ai Beni Culturali e assessore alla Cultura del Comune di Milano.

Altri punti della sua carriera

Editorialista di varie riviste e quotidiani, è autore di numerosi saggi e libri di storia e critica d’arte, tra cui La stanza dipinta; Davanti all’immagine; Lezioni private; A regola d’arte; Notte e giorno d’intorno girando…; Percorsi perversi. Divagazioni sull’arte; Il Bene e il Bello. La fragile condizione umana; Ragione e passione. Contro l’indifferenza; Viaggio sentimentale nell’Italia dei desideri; L’arte è contemporanea, ovvero l’arte di vedere l’arte; Il punto di vista del cavallo. Caravaggio. Nel 2016 pubblica La Costituzione e la bellezza e Dall’ombra alla luce. Da Caravaggio a Tiepolo; nel 2017 Dal mito alla favola bella. Da Canova a Boldini. Ha curato molte mostre, in Italia e all’estero, tra cui il Padiglione Italia per la 54. Biennale d’Arte di Venezia. Nel 2016 esordisce come autore e interprete teatrale con lo spettacolo Caravaggio, cui segue nel 2017 Michelangelo e nel 2018 Leonardo, in prima nazionale al Festival della Bellezza.