Verona

Shopping natalizio, ultima chiamata. Sboarina: “Rischio assembramenti, controlli serrati in centro”

Dal 24, giorno della Vigilia, scatta la zona rossa con tutte le attività chiuse. Il sindaco: "Ecco le precisazioni su asporto e messe".

Cronaca Verona Città, 22 Dicembre 2020 ore 18:03

Si è riunito oggi il comitato per l’ordine e la sicurezza a Verona: domani, ultimo giorno di potenziali assembramenti, previsti controlli serrati

Shopping natalizio, ultima chiamata domani, mercoledì 23

Il comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza svoltosi oggi, martedì 22 dicembre 2020, ha definito le linee operative a partire già da domani, mercoledì 23 dicembre 2020, e fino al 6 gennaio, in vista del “passaggio di consegne” tra l’ordinanza regionale e l’ultimo decreto natalizio del Governo che farà scattare la zona rossa (con chiusura di bar, ristoranti e negozi).

Ecco che allora, come annunciato oggi dal sindaco, Federico Sboarina, il Comune di Verona si prepara a dovere:

“Domani sarà l’ultimo giorno utile per gli acquisti natalizi, per cui abbiamo previsto controlli anti assembramenti molto serrati in centro città – ha esordito il primo cittadino – Invece, dal 24 dicembre al 6 gennaio, i controlli si sposteranno prevalentemente sulle arteria viabilistiche di accesso e uscita dalla città poiché vige il divieto di spostamento tra comuni (specie il capoluogo)”.

Parcheggio libero per i residenti del centro in piazzetta Pescheria

Il sindaco ha poi annunciato che verrà ripreso il divieto di “stazionamento”, come ad esempio sulla scalinata in Gran Guardia. Dalle 10 alle 22 inoltre sarà aperta la Ztl, non essendoci particolari problemi di mobilità ma tenendo conto del forte movimento previsto per l’asporto legato ai pranzi di Natale e simili.

Firmata ieri, lunedì, anche un’ordinanza che consente il parcheggio h24 ai soli residenti del centro storico in piazzetta Pescheria.

I mercati

Chiuso il capitolo ordinanze, il sindaco ha aggiornato brevemente sui mercati che, nelle giornate arancioni si possono tenere regolarmente, ma anche nelle giornate rosse solo per generi alimentari e banchi florovivaistici.

“Nelle giornate rosse, giovedì 24 e 31, si terranno solo i mercati delle Golosine, via Prina, Madonna di Campagna, via Gran Sasso, e di Santa Lucia“, ha comunicato Sboarina.

Mentre non si terranno: piazza Isolo e largo Stazione Vecchia di Parona.

Nelle giornate di sabato 26 e sabato 2 ci sarà il mercato dello stadio (anche se spostato), mentre martedì 5 gennaio ci sarà il mercato di Borgo Venezia, di San Massimo. Non invece quello di San Zeno.

Messe e asporto: le precisazioni

L’asporto si potrà fare solo all’interno del proprio comune. Per la messa il principio è quello di recarsi nella chiesa più vicina ma comunque nella chiesa del proprio comune. Sono le puntualizzazioni definite dal primo cittadino in base all’incontro e al confronto in Prefettura.

LEGGI ANCHE:

52enne senza fissa dimora salvato dal gelo notturno: dormiva sotto la tettoia di un distributore chiuso

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Guerriglia in Piazza Erbe: perquisizioni all’alba della Digos scaligera

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità