Verona

Sorpresi dai poliziotti mentre rubano all’interno di una villetta in pieno giorno

Il proprietario della villa è stato avvisato da un conoscente che, transitando in zona, aveva notato nel vialetto di ingresso un furgone bianco e due uomini.

Sorpresi dai poliziotti mentre rubano all’interno di una villetta in pieno giorno
Cronaca Verona Città, 16 Agosto 2021 ore 14:49

Si sono introdotti all’interno di una villetta e, senza preoccuparsi di poter destare sospetto, hanno iniziato a caricare sul loro furgone i beni di valore trovati nell’abitazione. È successo ieri, in pieno giorno, in via Apollo.

Sorpresi dai poliziotti mentre rubano all’interno di una villetta

I malviventi, arrestati dalla Polizia, sono stati segnalati, intorno alle 14 di ieri domenica 15 agosto 2021, dal proprietario della villa, avvisato da un conoscente che, transitando in zona, aveva notato nel vialetto di ingresso un furgone bianco e due uomini. Il sospetto – del tutto fondato – di quest’ultimo, ha consentito agli agenti delle Volanti, inviati dalla Centrale Operativa della Questura, di raggiungere nell’immediatezza l’abitazione e di cogliere in flagranza i ladri: un ventenne e un trentasettenne, entrambi di nazionalità romena.

Alla presenza del proprietario dell’immobile – residente poco distante – gli agenti hanno constatato che i due uomini erano riusciti, rompendo il vetro di una portafinestra, ad accedere alla villetta, dal cui interno, al momento dell’intervento della Polizia, avevano già asportato sei sedie antiche in legno, alcuni quadri, oggetti in ceramica e un distillatore in rame di grandi dimensioni; alcuni lampadari antichi sono stati, poi, trovati smontati dentro casa: pronti, con ogni probabilità, per essere caricati sul camioncino insieme agli altri beni rubati.

I due ladri sono stati, pertanto, arrestati per il reato di furto aggravato e condotti presso la Questura dove hanno atteso la celebrazione del rito direttissimo fissato per la mattinata odierna.

I poliziotti hanno provveduto a restituire al legittimo proprietario tutti i complementi d’arredo e gli oggetti decorativi trovati nel furgone dei due cittadini stranieri, all’interno del quale sono stati rinvenuti anche diversi arnesi atti allo scasso: oggetti, questi, debitamente sequestrati.

Stamane, dopo la convalida dell’arresto, il giudice ha disposto nei confronti di entrambi i cittadini stranieri la misura cautelare della custodia in carcere.