Cronaca

Spaccio di droga, arrestato villafranchese

Obbligo di dimore per un 60enne domiciliato in città

Spaccio di droga, arrestato villafranchese
Cronaca 05 Dicembre 2016 ore 19:20

Obbligo di dimore per un 60enne domiciliato in città

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Verona hanno ieri arrestato due persone per reati in materia di stupefacenti. Verso le 15 una pattuglia decide di fare un controllo ai Bastioni, luogo teatro di spaccio giornaliero soprattutto verso i giovanissimi. Appena la pattuglia si avvicina, un soggetto cerca palesemente di defilarsi in mezzo al gruppo dirigendosi dalla parte opposta, ma trova un altro carabiniere che lo stava aspettando nella sua via di fuga. Inizia la corsa con il contestuale lancio di pacchetti, poi risultati contenere 65 grammi di hashish e 15 di marijuana, in tutto 46 dosi. J.M. originario del Gambia, classe 95 e ospitato nel centro di accoglienza Hotel Monaco, è stato bloccato alcuni istanti dopo, ed è stato arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio. Nelle sue tasche erano rimasti 200 euro e due smartphone di ultima generazione. E vicino a lui c’erano tre giovanissimi ragazzi minorenni che stavano aspettando di acquistare. Oggi l’arresto è stato convalidato ed il giovane è stato sottoposto all’obbligo di firma giornaliero. L’udienza è stata rinviata ad aprile.

Alcune ore più tardi, verso le 20, un’altra pattuglia del Radiomobile di Verona vede strani scambi tra persone conosciute in via XX settembre, altro luogo teatro di vendita di stupefacenti. In particolare vede che un uomo italiano che consegna una dose ad un marocchino e questo che in cambio gli da una banconota da 50 euro. Li ferma immediatamente, e ciò che trova nelle loro tasche conferma la scena appena vista. Lo spacciatore aveva altre due dosi di cocaina identiche a quella appena ceduta, e 550 euro in contanti. Arrestato per spaccio di stupefacenti, P.R. classe 60, originario di Brescia e con precedenti specifici, stamattina, dopo la convalida dell’arresto è stato sottoposto all’obbligo di dimora a Villafranca, dove ha dichiarato esserci il suo domicilio.