Cronaca

Spaccio di hashish, arrestato un marocchino

Fermato in stazione a Verona dagli agenti della Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento di Polizia Ferroviaria

Spaccio di hashish, arrestato un marocchino
Cronaca Villafranca, 14 Giugno 2017 ore 16:56

Fermato in stazione a Verona dagli agenti della Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento di Polizia Ferroviaria

Nel tardo pomeriggio di ieri, intorno alle ore 19, gli agenti della Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento di Polizia Ferroviaria di Verona hanno arrestato un giovane marocchino, colto nella flagranza del delitto di spaccio di sostanza stupefacente del tipo “Hashish”.

Già dal pomeriggio, l’attenzione degli agenti in borghese era stata attratta da un gruppetto di cittadini extracomunitari che stazionavano tra il Piazzale XXV Aprile, antistante la Stazione Ferroviaria di Verona Porta Nuova, e la chiesa del Tempio Votivo, lì di fronte, dal momento soprattutto che alcuni di loro erano già noti come persone dedite allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Ad un certo punto, uno di loro è stato visto intento a preparare con un accendino alcuni piccoli involucri, che poi occultava all’interno del berretto che indossava.

Tale “lavoro” durava circa un minuto dopo di che si spostava sotto un tunnel nel fabbricato adiacente la fermata degli autobus urbani.

Seguito a debita distanza, è stato visto parlare con un altro giovane e, dopo aver scambiato con lui alcune parole, si è tolto il berretto dal capo e gli ha passato un oggetto di piccole dimensioni ricevendone in cambio una banconota.

Certi che si trattasse di una cessione di sostanza stupefacente, uno dei poliziotti ha fermato l’acquirente che è stato trovato in possesso di quattro pezzettini solidi di sostanza stupefacente del genere “hashish” e che ha subito ammesso di averla comperata un attimo prima da un cittadino extracomunitario per la somma di venti euro.

Dopo aver sequestrato la sostanza stupefacente, l’altro Agente ha bloccato e tratto in arresto l’autore dello spaccio in questione, AMRANI Mohamed El Habib, nato l’11.07.1990 in Marocco, munito di regolare permesso di soggiorno, in Italia senza fissa dimora ove non esercita alcuna attività lavorativa, frequentando persone dedite ad attività di spaccio e nullafacenti.

Perquisito, all’interno del berrettino che indossava, sono stati rinvenuti tre pezzettini solidi, di colore marrone, di presunta sostanza stupefacente del genere “Hashish” , e all’interno del passaporto che custodiva in un marsupio, del denaro.

Il Sostituto Procuratore di turno presso il Tribunale di Verona Dott. ROMBALDONI, ha disposto la direttissima per oggi 14 giugno, nel corso della quale è stato convalidato l’arresto dell’AMRANI…..

Seguici sui nostri canali