OMICIDIO

Sparatoria in serata fra giostrai a Villafranca, morto un 75enne. Il sindaco: "Salta la festa patronale"

E' successo attorno alle 21 di ieri in viale Olimpia, nella zona davanti alle piscine comunali dove stazionano le carovane itineranti: "Tutto è partito da una rissa per la collocazione degli spettacoli viaggianti"

Sparatoria in serata fra giostrai a Villafranca, morto un 75enne. Il sindaco: "Salta la festa patronale"
Pubblicato:
Aggiornato:

Al culmine di una lite interna alle famiglie che si occupano delle giostre per la sagra di San Pietro e Paolo a Villafranca di Verona, si è verificata una sparatoria che ha provocato la morte del 75enne Alberto Fiori e due feriti.

Sparatoria a Villafranca: morto un giostraio 75enne

Sono emerse novità in merito alla tragica sparatoria avvenuta a Villafranca di Verona nella serata di ieri, mercoledì 19 giugno 2024, intorno alle 21.

Come ricostruito dai Carabinieri, infatti, il tutto sarebbe scaturito inizialmente in piazza del Castello per una rissa tra giostrai per motivi correlati alla collocazione degli spettacoli viaggianti. Nel corso di questi primi tafferugli, che hanno coinvolto una decina di persone, è rimasto ferito in modo grave un giovane giostraio, trasportato subito all’Ospedale di Verona Borgo Trento.

Nel momento in cui sembrava che la situazione fosse rientrata, però, le persone coinvolte nella lite si sono spostati in Viale Olimpia, nella zona davanti alle piscine comunali, dove la situazione è degenerata.

Gli animi, infatti, si sono scaldati al punto tale che uno dei presenti ha estratto una pistola, esplodendo alcuni colpi all’indirizzo del 75enne Alberto Fiori. Quest'ultimo è rimasto gravemente ferito ed è stato trasportato dal 118 all’Ospedale di Villafranca. A causa delle lesioni riportate il 75enne si è spento nella mattinata di oggi, giovedì 20 giugno 2024.

Screenshot 2024-06-20 145137
Foto 1 di 2
Screenshot 2024-06-20 145221
Foto 2 di 2

Nella stessa situazione, a seguito dei colpi d’arma da fuoco, è rimasto ferito gravemente ad una gamba anche un altro giostraio 49enne, curato poi nel nosocomio di Villafranca.

Sulla vicenda, ora, stanno indagando i Carabinieri di Villafranca di Verona, insieme ai militari del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Verona e della SIS (Sezione Investigazioni Scientifiche), sotto le direttive della Procura della Repubblica di Verona.

Il sindaco: "Festa patronale salta"

Roberto Dall'Oca, sindaco di Villafranca di Verona

Prima che arrivassero maggiori dettagli sui fatti dai Carabinieri, abbiamo intercettato in prima battuta Roberto Dall'Oca, sindaco di Villafranca di Verona che ci ha dato una prima panoramica di ciò che è successo nella serata di ieri davanti alle piscine comunali.

"Le autorità competenti si stanno occupando di tutti gli accertamenti del caso - ci ha riferito il primo cittadino di Villafranca - noi restiamo a disposizione per qualsiasi necessità. La sparatoria si è verificata al culmine di una lite tra le famiglie di giostrai che in questi giorni sono venuti in paese per la nostra fiera del patrono. Si tratta di famiglie storiche nel nostro territorio che ogni anno in questo periodo vengono qui un paio di settimane per celebrare la festa patronale".

La vicenda ha particolarmente scioccato la comunità e l'Amministrazione comunale di Villafranca, la quale, dopo gli accertamenti del caso, ha deciso di cancellare la sagra di San Pietro e Paolo, in programma dal 28 al 30 giugno 2024.

"Non ci sarà proprio la fiera dei patroni Pietro e Paolo - ha dichiarato alla TgR Veneto il vicesindaco Riccardo Maraia - Questo è un dispiacere enorme perché era la 311esima edizione e i cittadini di Villafranca verranno privati della loro fiera quest'anno".

In giornata è arrivata anche un'ordinanza del Comune che prevede lo sgombero delle giostre dall'area di stazionamento delle roulotte.

"Nelle prossime ore - ci ha aggiunto il sindaco Dall'Oca - come da prassi ogni anno svolgeremo un sopralluogo nei luoghi della fiera con una commissione specifica per verificare il da farsi. Purtroppo questa vicenda compromette un po' i nostri piani: valuteremo infatti se svolgere la sagra oppure no. Qualora non ci fossero le condizioni, infatti, potrebbe saltare tutto".

La sparatoria è avvenuta nell'area dove stazionano le carovane dei giostrai itineranti, mentre il fulcro della sagra di San Pietro e Paolo è l'area del Castello Scaligero nel cuore del centro storico.

Giostre alla sagra di San Pietro e Paolo
Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali