Superare i pregiudizi verso la disabilità, evento in Gran Guardia

Puntare a restituire alla disabilità un’immagine e un ruolo più reale e coerente.

Superare i pregiudizi verso la disabilità, evento in Gran Guardia
Verona Città, 30 Novembre 2019 ore 16:59

Superare i pregiudizi verso la disabilità, evento in Gran Guardia.

Superare i pregiudizi verso la disabilità

Superare i pregiudizi nei confronti della disabilità e scoprire il valore della bellezza nel diverso. E’ questo l’obiettivo dell’evento in programma venerdì 6 dicembre, alle 20.45, in Gran Guardia. Durante la serata, promossa in occasione della Giornata internazionale della disabilità, oltre ad una sfilata di moda e a spettacoli di teatro e musica, saranno proposti momenti di riflessione con interventi dell’atleta e modello Riccardo Cotilli, vittima di un incidente in cui ha perso un arto, e Annalisa Paganini che, nonostante sia affetta da sclerosi multipla, continua a dipingere sorreggendo il pennello con la bocca.

Un concorso per le scuole

Collegato all’evento il concorso per le scuole “Finalmente ti avvicino”. Un’opportunità di riflessione sui temi dell’inclusione e dell’accessibilità, sui quali i ragazzi saranno chiamati a sviluppare specifici progetti didattici. Entrambe le iniziative, organizzate dalla Consulta comunale della Disabilità con il supporto dell’associazione GALM, Fondazione Cariverona e Transeco srl, sono state presentate questa mattina in sala Arazzi dall’assessore ai Servizi sociali Stefano Bertacco insieme alla presidente della Consulta Roberta Mancini e alla presidente della Commissione consiliare Politiche sociali Maria Fiore Adami. Presenti la presidente di Espiral ONLUS Paola Massella, la fondatrice di Trixtragos Nunzia Messina e la giornalista Alessia Bottone, co-conduttrice dell’evento insieme a Maximiliano Ulivieri.

Un occhio diverso

“La disabilità va guardata in modo completamente diverso – sottolinea l’assessore Bertacco –. Per questo la serata, che unisce una parte di intrattenimento a una di riflessione, è dedicata anche a coloro che disabili non sono, con l’obiettivo di rimuovere i limiti di chi vede nella disabilità solo ostacoli insuperabili. L’obiettivo è quello di abbattere barriere inutili, favorendo l’accessibilità e la vita di relazione di tutti”. “La serata – dice la presidente della Consulta Roberta Mancini – vuole essere un’opportunità per far riflettere e guardare con occhi diversi la disabilità. Puntiamo a restituire alla disabilità un’immagine e un ruolo più reale e coerente, meno legato a stereotipi e pregiudizi che creano solamente ostacoli nella vita di relazione fra le persone”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità