Cronaca
Verona

Tenta di sedare una lite ma viene preso a pugni, Filippini (Traguardi): "Serve sicurezza"

C'è la necessità di mettere in atto un'operazione di rivitalizzazione della piazza, rendendola nuovamente un centro di aggregazione e di scambio per i residenti di San Michele.

Tenta di sedare una lite ma viene preso a pugni, Filippini (Traguardi): "Serve sicurezza"
Cronaca Verona Città, 20 Maggio 2022 ore 08:29

Un uomo è stato preso a pugni per aver cercato di sedare una lite in Piazza del Popolo a Verona.

Tenta di sedare una lite ma viene preso a pugni

Verso le 16.30 di martedì 17 maggio 2022 un uomo si trovava con la nipotina al parco giochi vicino a Piazza del Popolo quando ha notato due uomini che stavano litigando animatamente.

L'uomo si era quindi avvicinato per cercare di sedare la lite ma, di tutta risposta, i due uomini si sono scagliati contro di lui e l'hanno preso a pugni, costringendolo a ricorrere alle cure del Pronto Soccorso. Mirko Filippini, candidato di Traguardi per la Settima circoscrizione e per il Consiglio comunalea reso noto l'accaduto affermando:

"Esprimiamo la nostra solidarietà all'uomo che è stato preso a pugni per aver tentato di sedare una rissa al parco giochi vicino a piazza Del Popolo, a San Michele. Fatti come questo scoperchiano la questione annosa della sicurezza e della vivibilità di piazza del Popolo".

Filippini ha inoltre suggerito delle soluzioni:

"Da parte nostra, crediamo che per tentare di risolverla serva innanzitutto partire da un'operazione di rivitalizzazione della piazza, rendendola nuovamente un centro di aggregazione e di scambio per i residenti di San Michele. Cominciando dal miglioramento dell'illuminazione in orario serale e passando dalla riapertura dell'Anagrafe – che oltre a consentire il ripristino di servizi essenziali per la popolazione, permetterebbe alla piazza di essere più frequentata e, dunque, più viva – per arrivare alla promozione di appuntamenti settimanali per i più giovani e per le famiglie, in sinergia con le associazioni culturali e sportive del quartiere. Oggi più che mai occorre riaffermare la centralità degli spazi urbani, che affrontano ogni giorno i rischi di spopolamento, rendendoli più vivibili e inclusivi attraverso nuove forme e modalità di partecipazione".

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter