Tentata truffa ai danni dei commercianti di Bovolone

Un uomo fingeva di essere un incaricato del Comune per vendere dei servizi.

Tentata truffa ai danni dei commercianti di Bovolone
Legnago e bassa, 08 Marzo 2018 ore 09:33

Tentata truffa a Bovolone, i commercianti sono stati importunati da un finto incaricato del Comune che voleva vendere loro un servizio di geolocalizzazione.

Tentata truffa, un finto operatore all'opera

Per tutta la giornata di martedì, alcuni commercianti di Bovolone hanno ricevuto la visita di un uomo che affermava di essere un operatore del Comune. Secondo quanto spiegava, era stato incaricato dal Comune stesso per effettuare dei servizi di geolocalizzazione.

In alcuni casi rilasciava un biglietto da visita

La tecnica era la stessa per ogni attività del paese, era cortese e cercava di vendere dei pacchetti a prezzo elevato. Ogni tanto lasciava un biglietto da visita dov'era indicato che era un responsabile di zona dell'attività di geolocalizzazione.

Il sindaco: "Il Comune di Bovolone non ha incaricato alcuna persona"

I commercianti, dopo aver ricevuto la visita dell'incaricato, hanno iniziato a chiamarsi per sapere se il Comune aveva dato indicazioni di effettuare il servizio. Dopo i primi dubbi, hanno chiesto conferma all'Amministrazione che si è mobilitata immediatamente. Il sindaco Emilietto Mirandola ci tiene a smentire ogni tipo di attività di geolocalizzazione per conto del Comune e afferma: "Il Comune di Bovolone non ha incaricato alcuna persona o stretto accordi con alcuna azienda per eventuali attività di geolocalizzazione/cartografia sul territorio comunale. Pertanto chi si presentasse ai cittadini, offrendo questi servizi sostenendo di operare in accordo con il Comune, mentirebbe. Se riceveremo altre segnalazioni come quelle arrivate nei giorni scorsi, prenderemo le iniziative di tutela necessarie”.