Testamento biologico Villafranca istituisce il registro comunale

I cittadini ora potranno consegnare le disposizioni anticipate di trattamento.

Testamento biologico Villafranca istituisce il registro comunale
Villafranca, 22 Maggio 2018 ore 17:10

I cittadini di Villafranca di Verona ora potranno consegnare le disposizioni anticipate di trattamento (DAT) in Comune, come previsto dalla legge sul testamento biologico.

Un registro per il testamento biologico

L'11 maggio la giunta del Comune di Villafranca ha approvato l'istituzione del registro delle disposizioni anticipate di trattamento, come previsto dall'art. 4, comma 6 della legge 22 dicembre 2017, n. 219 sul testamento biologico. Questa tutela il diritto all'autodeterminazione della persona e stabilisce che nessun trattamento sanitario può essere iniziato o proseguito se privo del consenso libero e informato della persona interessata, tranne che nei casi espressamente previsti dalla legge. Il registro ha sede nell'Ufficio dello Stato Civile in Corso Garibaldi n. 24.

Come consegnare le proprie Dat

Le disposizioni anticipate di trattamento devono essere consegnate personalmente dal disponente (ogni persona maggiorenne capace di intendere e di volere), residente nel Comune di Villafranca di Verona, nell’Ufficio dello Stato civile. Si tratta di un documento in cui il disponente esprime le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari, di consenso o rifiuto rispetto ad accertamenti diagnostici o scelte terapeutiche e a singoli trattamenti sanitari.

La scelta del fiduciario

Il disponente può eventualmente indicare anche una persona di sua fiducia denominata “fiduciario” che ne faccia le veci e lo rappresenti nelle relazioni con medici e strutture sanitarie; il fiduciario accetta la nomina attraverso la sottoscrizione della DAT o con atto successivo da allegare alla DAT e può rinunciare alla stessa con atto scritto e comunicato al disponente.
Le DAT sono esenti dall'obbligo di registrazione, dall'imposta di bollo e da qualsiasi altro tributo, imposta, diritto e tassa, sono rinnovabili, modificabili, e revocabili. Nei casi di emergenza ed urgenza che impediscano di procedere alla revoca, esse possono essere revocate con dichiarazione verbale raccolta o videoregistrata da un medico con
l'assistenza di due testimoni.