Non era vaccinato

Torna da una vacanza a Barcellona positivo al Covid: 21enne ricoverato in terapia intensiva

E' stato il Governatore del Veneto, Luca Zaia, a confermare la notizia. E ha aggiunto che tutti gli attuali ricoverati non sono immunizzati.

Torna da una vacanza a Barcellona positivo al Covid: 21enne ricoverato in terapia intensiva
Cronaca Verona Città, 20 Luglio 2021 ore 15:35

Balzo dei contagi in Veneto e situazione allarmante per i ricoveri in terapia intensiva, in leggero aumento. Il 21enne tornato da Barcellona è in terapia intensiva.

Torna da una vacanza a Barcellona positivo al Covid: 21enne ricoverato in terapia intensiva

E' tornato da una vacanza a Barcellona. E ha manifestato i sintomi del Covid. In effetti, il giovanissimo, era positivo al virus che ha preso in forma assai grave: il 21enne di Verona attualmente è ricoverato in terapia intensiva. E' stato il Governatore del Veneto, Luca Zaia, oggi, martedì 20 luglio 2021, a confermare la notizia e poi ha aggiunto che i ricoverati in Veneto, oggi, sono tutti non vaccinati.

La positività al virus del 21enne veronese deve essere inscritta in un quadro più ampio, quello dell'emergenza sanitaria in tutta la Regione, con un aumento dei contagi piuttosto preoccupante. Basti pensare che nelle scorse 24 ore sono stati 600 i positivi individuati dal contact tracing. Occorre, tuttavia, rilevare, che non ci sono decessi e solo un moderato aumento di pazienti in area critica.

Il totale dei positivi dall'inizio della pandemia ha toccato quota 429mila e 388, quello delle vittime, invece, è invariato, con 11mila 629 decessi. Gli attualmente infetti e in isolamento sono 7490, e in area non critica si registra un calo, meno due unità, rispetto al giorno precedente. Più tre i ricoverati in terapia intensiva.

Bene la campagna vaccinale in Veneto

“In Veneto oggi abbiamo superato quota 5 milioni di dosi di vaccinazioni: nonostante la carenza e la penuria di vaccini, è il successo di una grande squadra. Voglio esprimere un grazie di cuore agli uomini e alle donne di questa grande macchina della sanità veneta: alle 1.600 persone che operano in 60 punti vaccinali, ai medici di base e alle farmacie. Il mio grazie non va solo agli operatori sanitari, ma va esteso anche a tutto il mondo del volontariato: alla Protezione Civile, a tutti, davvero tutti i volontari che la animano, alla Croce Rossa e a tutte le associazioni che supportano la nostra macchina”.

Così il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia annuncia i dati odierni sulle vaccinazioni che registrano il superamento dei 5 milioni di dosi vaccinali inoculate in tutto il territorio regionale.

“Anche oggi sono stati somministrati 44.515 vaccini – conclude il Presidente Zaia – ricordo l’invito a vaccinarsi: da qui all’8 settembre ci sono ancora 270.000 posti liberi a disposizione di chi ancora non si è vaccinato. La macchina vaccinale del Veneto funziona ed è un vero successo di squadra”.