Cronaca
Verona

Traffico di cocaina a Borgo Venezia: arrestato per spaccio il titolare di un bar

I clienti venivano ricevuti all'interno del locale, dove rimanevano pochissimi secondi, neppure il tempo di consumare un caffè, fatto che ha insospettito gli agenti in osservazione.

Traffico di cocaina a Borgo Venezia: arrestato per spaccio il titolare di un bar
Cronaca Verona Città, 22 Settembre 2021 ore 09:19

La Polizia Locale di Verona ha arrestato per spaccio il gestore di un bar in via Pisano.

Traffico di cocaina a Borgo Venezia

Nel pomeriggio di lunedì 20 settembre 2021 il Nucleo Operativo di Pg della Polizia Locale ha arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un 34enne, nato in Marocco, ma cittadino italiano e titolare del bar Stella in via Pisano. L’operazione, con il sequestro di 50 grammi di cocaina, è avvenuta grazie alle segnalazioni dei cittadini e il continuo lavoro di contrasto al microspaccio, soprattutto tra minorenni, utilizzando anche i cani antidroga.

Per circa dieci giorni la Polizia locale ha monitorato l’attività che si svolgeva nel bar. I clienti venivano ricevuti all'interno del locale, dove rimanevano pochissimi secondi, neppure il tempo di consumare un caffè, fatto che ha insospettito gli agenti in osservazione. Oltre al gestore, nel bar c’era anche un collaboratore che però ha fatto perdere le tracce e per il quale sono in corso le ricerche. dato l'elevato andirivieni di soggetti, sono stati eseguiti alcuni controlli a campione che hanno confermato l’attività illecita.

E' agli arresti domiciliari

Durante i controlli è stato appurato inoltre che, come base, veniva utilizzato un appartamento in viale Spolverini, nel quale è stato arrestato il 34enne con nascosto negli slip un involucro contenete la cocaina. Mentre sono in corso ulteriori accertamenti per chiarire le varie dinamiche, va segnalato che gli agenti hanno rinvenuto nella parte comune dello stabile in via Spolverini anche dell’hashish, non però riconducibile all’uomo.

L’uomo, accusato di detenzione di sostanze a fini di spaccio è stato processato per direttissima e condannato agli arresti domiciliari.