Menu
Cerca
Verona

Ubriaco prende a calci il portone del palazzo dove vive l’ex poi si scaglia contro un agente

L’uomo è stato sanzionato per ubriachezza e per il mancato rispetto della vigente normativa anti-covid.

Ubriaco prende a calci il portone del palazzo dove vive l’ex poi si scaglia contro un agente
Cronaca Verona Città, 25 Febbraio 2021 ore 16:41

Ieri, mercoledì 24 febbraio 2021 intorno alle 23.00, gli agenti delle Volanti, su disposizione della Centrale Operativa, sono intervenuti in via Salita Santo Sepolcro, a seguito della segnalazione di un ragazzo estremamente molesto che stava prendendo a calci in modo violento il portone d’ingresso di un palazzo, mentre inveiva contro una ragazza residente all’interno dello stabile, con cui il giovane aveva avuto in passato una relazione sentimentale.

Ubriaco prende a calci il portone

Giunti immediatamente sul posto, i poliziotti hanno subito individuato la persona segnalata che, in evidente stato di ebrezza, si è dimostrata non collaborativa e ostile nei confronti degli operatori, proferendo parole estremamente oltraggiose nei loro confronti e scagliandosi contro uno di loro.

Il giovane, R.D., 23enne di origini russe, che ha mantenuto una condotta aggressiva anche all’interno degli Uffici della Questura, non è nuovo a simili episodi: soltanto nei primi due mesi del 2021, infatti, si sarebbe reso responsabile di episodi di resistenza a Pubblico Ufficiale in altri tre casi.

E’ stato sanzionato

Al termine degli accertamenti, per il 23enne, già gravato da numerosi precedenti penali, è scattato l’arresto per resistenza e oltraggio a Pubblico Ufficiale.

L’uomo è stato inoltre sanzionato per ubriachezza manifesta e per il mancato rispetto della vigente normativa anti-covid.
All’esito del rito direttissimo che si è svolto in mattinata, il Giudice ha convalidato l’arresto.