Lotta allo spaccio

Vedovi sull’arresto a Santa Lucia: “Verona è divenuta ‘scalo’ e crocevia per corrieri”

In questo periodo i cittadini hanno bisogno di più tutele e garanzie.

Vedovi sull’arresto a Santa Lucia: “Verona è divenuta ‘scalo’ e crocevia per corrieri”
Verona Città, 25 Giugno 2020 ore 11:33

Il recente arresto da parte della Polizia Locale di Verona.

Arrestato un 27enne

La Polizia Locale nella giornata di lunedì 22 giugno 2020, aveva individuato e arrestato, in flagranza di reato, un nigeriano intento a vendere eroina nella zona di Santa Lucia. A tal proposito, Gian Maria Vedovi, segretario provinciale Verona per la Rete Nazionale, che come cittadino nato e cresciuto proprio alle Golosine, tiene a rimarcare il peggioramento in termini di sicurezza e immigrazione “selvaggia” del quartiere.

LEGGI ANCHE: Intento a spacciare in zona Santa Lucia, arrestato grazie alle segnalazioni dei residenti

Un problema ormai radicato

Il segretario provinciale Verona per la Rete Nazionale ha poi proseguito:

“Catturare un venditore di morte è sempre un buon risultato. Il problema a Verona, soprattutto nei quartieri Golosine e Santa Lucia, rimane comunque sotto agli occhi di tutti. Che la temutissima mafia nigeriana abbia di fatto creato una base ‘logistica’ per i suoi loschi traffici? Queste cose sono state più volte segnalate dagli abitanti, sia alla circoscrizione che alle forze dell’ordine, che hanno evidenziato la presenza di giri ‘loschi’ nei vari locali etnici prevalentemente in mano ad africani con provvedimenti alquanto discutibili abbiamo visto che Verona è divenuta ‘scalo’ e crocevia per corrieri, la maggior parte delle volte nigeriani, con l’intento di creare una vera e propria rete internazionale che va dal sud Italia per poi arrivare a Milano e al Brennero, con Verona come centro di ‘smistamento’, per poi espandersi in tutta Europa”.

Servono tutele e garanzie

Vedovi ha evidenziando come tutti i cittadini, in questo momento non proprio roseo, in piena emergenza sanitaria e soprattutto economico sociale, abbiano bisogno di più tutele e garanzie anche per quanto riguarda la sicurezza, sia dalla circoscrizione che dal comune stesso.

Sempre gli abitanti di Golosine e Santa Lucia hanno protestato e manifestato per il Sert di via Germania, posto tutt’altro che sicuro, dove il degrado regna sovrano, e lo spaccio è all’ordine del giorno. Hanno fatto appello sia al sindaco che a molti altri esponenti e assessori locali, ricevendo molte volte risposte non proprio esaustive.”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità