Cronaca

Venetex, la moneta virtuale che aiuta l'economia

Con i suoi 700 aderenti sembra avere le carte in regola per diventare il metodo di pagamento del prossimo futuro

Venetex, la moneta virtuale che aiuta l'economia
Cronaca Verona Città, 14 Luglio 2019 ore 10:04

Venetex, un esempio virtuoso che farà da apripista. Lo ha deciso la Regione Veneto, approvando la Legge 401, che promuove i circuiti di credito commerciale come strumenti di utilità per l’economia del territorio.

Cos'è Venetex

Un Circuito di Credito Commerciale che continua a crescere e che oggi conta più di 700 aderenti, fra aziende grandi e piccole, imprese, professionisti, partite Iva, attività commerciali, studi professionali, associazioni, cooperative, e raggiunge gli 8 milioni di transato. Questo è Venetex, una moneta virtuale che, come spiegato dall'amministratore delegato Francesco Fiore, "ha già ampiamente dimostrato, con i suoi numeri, l'efficacia quale strumento mirato per sostenere l'economia reale del territorio e le produzioni locali". Oggi, forte del riconoscimento della Regione, il gruppo si mette a disposizione degli enti locali, associazioni di categoria e reti del territorio che vogliano cogliere questa opportunità.

La Legge Regionale 401

Quello definito dalla Legge Regionale 401 è un sistema, ad adesione volontaria, capace di connettere le imprese dello stesso territorio e della stessa regione, in grado di promuovere i loro prodotti attivando nuovi canali fiduciari fra imprese che si fanno credito reciprocamente, partecipando mutualmente alla stessa camera di compensazione. Questo consente di abbattere i costi degli ordinari canali di finanziamento, visto che lo scambio non avviene tramite il corrispettivo di un prezzo, e quindi non richiede la disponibilità di liquidità, ma attraverso il reciproco trasferimento della proprietà di cose o della titolarità di diritti, in un regime di economia reale che
riduce la necessità di intermediazione del circuito creditizio. Vi sono circa 140.000 imprese artigiane potenzialmente interessate ad aderire ai circuiti di
compensazione, come ricorda la stessa Regione Veneto.

L'attività del gruppo

Lo schema è proprio quello reso operativo da Venetex. Attraverso l’implementazione di un sistema di conti online e l’utilizzo di una “moneta” digitale locale, il Circuito offre la possibilità ad imprese e professionisti di finanziarsi reciprocamente, senza interessi, e di trasformare la propria capacità produttiva inespressa in liquidità supplementare, utile a sostenere parte delle proprie spese correnti, operare investimenti e, tramite l’apertura di conti personali, effettuare anche parte delle proprie spese personali.

Il funzionamento

Aziende grandi e piccole, imprese, professionisti, partite Iva, attività commerciali, studi professionali, associazioni, cooperative, possono iscriversi al Circuito versando una quota annuale commisurata al proprio fatturato. Per ognuno di loro viene aperto un conto corrente in Venetex (1 Venetex equivale ad 1 Euro) presso la camera di compensazione del circuito. Ad ogni iscritto viene accordato uno scoperto di conto entro determinati limiti e, attraverso questa disponibilità, lo stesso può effettuare acquisti presso altri iscritti alla rete. Ad ogni acquisto il conto dell’acquirente viene addebitato per un ammontare pari al prezzo di vendita del bene/servizio acquistato, senza alcun interesse o commissione; viceversa il conto del fornitore viene accreditato, in tempo reale, per un pari importo. I saldi complessivi della camera di compensazione sono sempre pari a zero; per questo motivo il circuito non ha bisogno di riserve. Le aziende che evidenziano un saldo negativo possono portare a pareggio il proprio conto semplicemente effettuando vendite presso altre aziende aderenti al circuito. Allo stesso modo le aziende con saldo attivo possono trasformare in beni e servizi i crediti Venetex accumulati facendo acquisti presso le altre imprese iscritte.  Gli scambi in Venetex sono vendite aggiuntive rispetto al fatturato euro, fatture e scontrini in più che le imprese del territorio emettono all'interno del circuito, aiutandosi reciprocamente per creare una liquidità circolare e digitale, ed appunto un fatturato aggiuntivo.

TORNA ALLA HOMEPAGE

Seguici sui nostri canali