No alla plastica

Verona tra i Comuni vincitori del premio Plastic Free, approvato anche il nuovo regolamento rifiuti

Tra i 111 comuni anche Verona assieme a Caprino Veronese e Legnago premiati per l'impegno nella lotta contro la plastica. Via libera in città al nuovo regolamento sui rifiuti

Verona tra i Comuni vincitori del premio Plastic Free, approvato anche il nuovo regolamento rifiuti
Pubblicato:
Aggiornato:

Un riconoscimento che fa onore ai virtuosi 111 comuni d’Italia alla terza edizione di “Comuni Plastic Free”, tenutasi ieri 25 gennaio 2024 a Montecitorio, Roma; tra le regioni più premiate il Veneto, tra cui Verona come città sostenibile.

Liberarsi dalla plastica

L’iniziativa, su richiesta del vicepresidente della Camera dei Deputati, Fabio Rampelli, è mirata all’ottenimento dell’ambito premio a forma di tartaruga ideato e promosso da Plastic Free Onlus, l’organizzazione di volontariato impegnata dal 2019 nel contrastare l’inquinamento da plastica.

In totale 111 comuni hanno superato la valutazione del comitato interno basata su alcuni parametri come gli abbandoni illeciti, la sensibilizzazione sul territorio, la gestione dei rifiuti urbani, le attività virtuose realizzate dall’Ente e la collaborazione con i referenti e i volontari locali Plastic Free.

La consegna

La cerimonia ufficiale per la consegna dei riconoscimenti a forma di tartaruga alle Amministrazioni comunali è fissata per il prossimo 9 marzo 2024 al Teatro Carcano, a Milano.

L’inquinamento da plastica è un problema reale, un fenomeno ormai normalizzato che non può più attendere di essere fermato, per questo vi è bisogno di un cambio di rotta e il vicepresidente della Camera, on. Fabio Rampelli sottolinea l’impegno dei giovani volontari e delle Onlus nella costante inclusione di più Paesi:

“A tutte le 111 Amministrazioni va il nostro plauso per le azioni meritorie che portano avanti sui territori. I Comuni potranno vantare questo riconoscimento nei confronti dei propri cittadini e di tutti i visitatori. A Plastic Free Onlus faccio i complimenti per l’idea e il desiderio di coinvolgere sempre più paesi affinché si possa passare all’attuazione pratica di ciò che tutti noi riteniamo oramai non più rinviabile: porre un freno alla produzione di rifiuti, ad iniziare dall’insidiosa plastica che si può sostituire o riusare – prosegue – Le isole di plastica sono purtroppo realtà anche nei nostri mari e dobbiamo adoperarci non solo per raccoglierla ma per far sì che non si disperda più nell’ambiente. Dobbiamo consegnare alle nuove generazioni un Pianeta migliore che non sia ogni giorno più povero”.

Luca De Gaetano, fondatore e presidente di Plastic Free Onlus, dichiara che il numero dei premi rispetto all’edizione passata si è raddoppiato e ciò dimostra l’efficacia della sensibilizzazione per attuare sempre un minor uso - o più responsabile - della plastica:

"Dalla scorsa edizione registriamo quasi un raddoppio dei riconoscimenti a riprova della sempre maggiore attenzione che le Amministrazioni comunali ripongono su questo premio. Ciò rappresenta un grande stimolo a fare sempre più azioni concrete per l’ambiente e le future generazioni e si è già tradotto, ad esempio, nelle tante ordinanze per contrastare il volo deliberato dei palloncini nonché in innumerevoli raccolte ed iniziative per fronteggiare l’inquinamento da plastica e l’eccessivo monouso. Continueremo nel sensibilizzare sempre più cittadini, anche grazie al coinvolgimento attivo – conclude – degli amministratori locali, determinante per avere un impatto importante sui diversi territori della nostra splendida Italia."

Verona vincitrice

Per Verona si tratta di un grande traguardo che vede il continuo migliorarsi anche grazie al recentissimo via libera da parte del Consiglio comunale al nuovo regolamento sullo smaltimento dei rifiuti.

Si ricordano le misure che il piano andrà a mettere in atto, ovvero:

  • l’estensione graduale delle aree cittadine in cui il conferimento dei rifiuti avviene nei cassonetti ad accesso controllato, oggi presenti a San Michele, Borgo Frugose, Madonna di Campagna e Borgo Trieste;
  • in caso di manifestazioni pubbliche gli organizzatori dovranno presentare uno specifico piano per la raccolta dei rifiuti e stipulare un contratto con l'ente gestore per la pulizia delle aree coinvolte;
  • viene inoltre istituita la figura degli Ispettori Ambientali, dipendenti dell'ente gestore che saranno formati dalla Polizia locale per fornire informazioni e applicare sanzioni in merito alle disposizioni del regolamento;
  • infine, il regolamento prevede la possibilità di applicare una Tari basata anche sulla quantità dei rifiuti prodotti, premiando in questo modo il comportamento dei cittadini virtuosi, i primi ad essere interessati al rispetto del regolamento da parte di tutti.

Novità anche per la raccolta del verde a domicilio, un servizio che potrà essere richiesto a pagamento ma che sarà garantito in modo gratuito attraverso un’isola ecologica che, soprattutto nei periodi dedicati allo sfalcio, passerà di quartiere in quartiere.

Terza Edizione Comuni Plastic Free

Comuni Plastic Free

Tra le Regioni più virtuose si distingue il Veneto con 13 comuni, seguito da Lombardia, Abruzzo e Calabria con 9 paesi ciascuno.

Di seguito, l’elenco completo suddiviso per Regione:

  • Abruzzo: Chieti, Vasto, San Salvo, Casacanditella (Chieti); Alba Adriatica, Torano Nuovo, Nereto, Tortoreto, Silvi (Teramo).
  • Calabria: Scalea, Tortora, Diamante (Cosenza); Tropea, Parghelia (Vibo Valentia); Montepaone, Girifalco, Staletti (Catanzaro); San Ferdinando (Reggio Calabria).
  • Campania: Falciano del Massico, Cesa (Caserta); Pomigliano d’Arco, Bacoli, Somma Vesuviana (Napoli); Benevento, Telese Terme (Benevento).
  • Emilia-Romagna: Alfonsine (Ravenna); Ferrara, Terre del Reno (Ferrara), Longiano (Forlì-Cesena), Sasso Marconi (Bologna).
  • Lazio: Maenza, Pontinia, Sermoneta, Sperlonga (Latina), Viterbo (Viterbo), Colleferro (Roma).
  • Liguria: Celle Ligure, Ceriale, Millesimo (Savona); Imperia (Imperia).
  • Lombardia: Milano, Cernusco sul Naviglio (Milano); Monza, Brugherio, Villasanta (Monza Brianza); Olgiate Molgora (Lecco); Borgo Virgilio (Mantova); Pavia, Landriano (Pavia).
  • Marche: Ancona, Polverigi, Agugliano, Osimo (Ancona); Fermo (Fermo); Pesaro (Pesaro Urbino).
  • Molise: Termoli, Petacciato, Ururi, Larino (Campobasso); Isernia (Isernia).
  • Piemonte: Torino, Collegno, Alpignano (Torino); Gaglianico (Biella); Cuneo (Cuneo).
  • Puglia: Cassano delle Murge, Gioia del Colle (Bari); Ceglie Messapica (Brindisi); Mottola, Manduria, Castellaneta (Taranto); Castro, Spongano (Lecce).
  • Sardegna: Aglientu, Badesi, Castelsardo, Olbia, Stintino (Sassari); Teulada (Sud Sardegna); Elmas (Cagliari).
  • Sicilia: Modica (Ragusa); Santa Teresa di Riva (Messina); Avola (Siracusa); Belpasso (Catania); Cefalù (Palermo); Castelvetrano (Trapani); Favara (Agrigento).
  • Toscana: Firenze, Empoli, San Casciano Val di Pesa (Firenze); Prato (Prato); Calci (Pisa).
  • Trentino-Alto Adige: Merano, Salorno (Bolzano); Vallelaghi, Sant’Orsola (Trento).
  • Umbria: Castiglione del Lago, Corciano (Perugia).
  • Veneto: Mogliano Veneto (Treviso); Pontecchio Polesine, Porto Viro, Taglio di Po (Rovigo); Verona, Caprino Veronese, Legnago (Verona); Marcon, Caorle, Jesolo, Mira (Venezia); Cittadella (Padova); Vicenza (Vicenza).
Plastic Free Verona, foto Facebook
Plastic Free Verona, foto Facebook
Plastic Free Jesolo
Plastic Free Jesolo
Plastic Free Vicenza
Plastic Free Vicenza
Plastic Free Cittadella (PD)
Plastic Free Cittadella (PD)
Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali